Turchia. A Kobane Ankara ferma le ambulanze per i curdi al confineTribuno del Popolo
sabato , 21 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Turchia. A Kobane Ankara ferma le ambulanze per i curdi al confine

Un servizio agghiacciante del Fatto Quotidiano mostra i curdi in Turchia che accusano Ankara di non far passare nemmeno le ambulanze per curare i curdi feriti a Kobane. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di come Turchia e Occidente giochino con la geopolitica senza alcun riguardo per le vite umane. 

Le ambulanze con i feriti devono aspettare al confine tra 3 e 10 ore per i controlli dell’esercito. Per questo motivo ieri notte sono morte 3 persone“, parola di  Fuad Agkul, uno dei medici curdi volontari dell’ospedale di Suruc intervistato da “Il Fatto Quotidiano”. Si tratta dei medici che si occupano di curare i feriti Kobane mentre l’esercito turco rimane al confine a presidiare e a impedire ai curdi di Turchia di attraversare la linea del fronte per aiutare i loro fratelli in Siria. Un atteggiamento incomprensibile e cinico oltre ogni misura quello adottato da Erdogan, che non solo tiene i suoi soldati immobili a osservare il massacro, ma danneggia direttamente i curdi impedendo persino che i feriti vengano curati, il tutto mentre l’Isis ottiene rinforzi quotidiani dal proprio retroterra. Nelle ultime due settimane sono morte almeno 12 persone per questo motivo” aggiunge il medico Fuad Agkul cui fa eco anche un barelliere: “Dovremmo poter andare a prendere i le persone colpite  nei villaggi vicino Kobane, ma l’esercito ce lo impedisce”. Accuse ben precise dunque che arrivano diritte ad Ankara dove però Erdogan e chi per esso fanno spallucce adducendo scuse di vario genere pur di non aiutare i curdi a Kobane. Per non parlare degli Usa che giocano a scaricabarile accusando la Turchia di inazione ma nei fatti non fanno nulla. Basti pensare che in Libia, quando gli Stati Uniti volevano effettivamente distruggere i loro avversari, l’esercito di Gheddafi venne polverizzato in pochi giorni. E’ davvero possibile che gli Stati Uniti non riescano a distruggere o perlomeno a danneggiare lo Stato Islamico? E soprattutto, l’atteggiamento vergognoso dei turchi nei confronti di quanto sta accadendo a Kobane, avrà degli strascichi nei rapporti con l’Occidente? Siamo assolutamente certi di no.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top