Turchia. Ankara sta pagando molto caro lo sgambetto a MoscaTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Turchia. Ankara sta pagando molto caro lo sgambetto a Mosca

 

Secondo il noto quotidiano turco Zaman la decisione dissennata di Erdogan di abbattere il Su-24 russo non avrebbe solo rovinato le relazioni tra Mosca e Ankara ma anche quelle della Turchia con gli altri paesi all’interno dell’arena internazionale. In pratica non sarebbe stata una buona idea..

E’ abbastanza normale che soprattutto in Turchia sia cominciato un dibattito interno circa quanto successo qualche settimana fa, quando l’esercito turco prendeva l’affrettata decisione di abbattere un Su-24 russo al confine con la Siria per uno sconfinamento di diciassette secondi nello spazio aereo turco. Una decisione che ha rischiato di far precipitare il mondo in guerra se a Mosca non avessero deciso di reagire con calma, senza farsi prendere dalla foga del momento a quello che è stato interpretato come un colpo a tradimento inferto alle spalle dallo stesso Vladimir Putin. Come riportato dal quotidiano turco Zaman però ora Ankara potrebbe pagare cara quella decisione dal momento che non solo sono andate a rotoli le relazioni con Mosca, ma rischiano di rovinarsi anche quelle con altri paesi, proprio a causa di quell’incidente.

Ad esempio Mosca possiede una base militare in quel di Gyumri, in Armenia, proprio a ridosso del confine con la Turchia. I russi hanno anche dispiegato diversi velivoli e anche elicotteri da combattimento in quel di Erebuni, vicino alla capitale del paese Ierevan. Del resto la Russia ha minacciato di tagliare anche le forniture di gas alla Turchia, costringendo così Ankara a cercare le sue forniture altrove, ad esempio in Azerbaijan. Peccato che  anche Baku si trovi nella sfera di interesse della Russia, e anche provare ad aprire tavoli con Iran, Israele ed Egitto in questo momento sarebbe altrettanto problematico per la Turchia.

Come ha ricordato Sputniknews inoltre, dopo l’abbattimento del Su-24 anche il Kyrghikistan ha cominciato a discutere di cancellare il libero ingresso dei cittadini turchi nel paese. Secondo Zaman il numero di paesi in tensione con la Turchia sarebbe cresciuto notevolmente a causa delle mosse del governo turco, e probabilmente la situazione peggiorerà fin quando Ankara continuerà ad accrescere le tensioni con Mosca. Insomma il rischio per Ankara è quello di aver  esagerato nel nazionalismo e nella voglia di esercitare un ruolo attivo in politica estera, arrivando così ad alienarsi la fiducia dei paesi della zona e mettendo così a repentaglio la propria economia.

Fonte: Zaman

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top