Turchia. Contro i curdi è guerra totaleTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Turchia. Contro i curdi è guerra totale

Il governo turco negli ultimi giorni ha aumentato la propria presenza nel sud-est del paese e ha aumentato anche l’intensità con il quale martella i militanti del Pkk. Secondo molti analisti Ankara avrebbe deciso di lanciare una campagna militare su larga scala contro i curdi, e questo potrebbe portare prima o dopo a una guerra civile. 

Lo Stato Islamico in teoria è a un passo dal sud-est della Turchia eppure ad Ankara sembrano avere altre priorità militari come ad esempio quella di colpire il Pkk e la comunità curda. Lo scorso mese le autorità turche avevano imposto un coprifuoco in un gran numero di località del sud-est della Turchia a causa dell’escalation di violenza tra l’esercito turco e i militanti del Pkk. Si tratta di una regione dove vivono quasi un milione e mezzo di persone e dove le forze armate turche sono entrate in azione utilizzando anche carri armati e mezzi corazzati. Non solo, Ankara avrebbe anche deciso di dispiegare altri rinforzi pesanti nell’area. Secondo quanto riferito da SputnikNews nei dieci mesi di operazioni militari di Ankara nel sud-est sarebbero già stati chiusi qualcosa come 11.354 negozi e almeno 100.000 civili hanno dovuto abbandonare le loro case; non solo, almeno 15.000 civili hanno perso il loro lavoro solo nella città di Diyarbakir. I cittadini hanno parlato di vere e proprie scene di guerra con famiglie costrette a rimanere nelle loro case per settimane. Una situazione terribile molto ma molto vicina a una guerra civile che potrebbe peraltro ben presto peggiorare. Secondo diversi analisti sembrerebbe quasi come se Ankara volesse a tutti i costi provocare una guerra aperta contro i curdi che diventerebbe inevitabilmente una guerra civile. Esistono infatti racconti agghiaccianti di comunità curde trincerate in casa e circondate dall’esercito turco a Cizre e  Diyarbakir che non possono nemmeno uscire di casa dopo il coprifuoco per paura del fuoco dei cecchini. Una situazione che potrebbe però ritorcersi velocemente contro Erdogan e il suo governo in quanto la comunità curda in Turchia potrebbe reagire destabilizzando la tenuta interna del Paese.

Fonte: SputnikNews

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top