Turchia. Pkk rapisce membro del parlamento | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 17 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Turchia. Pkk rapisce membro del parlamento

Si infiamma la questione curda in Turchia dove alcuni militanti curdi  del Pkk (Partito dei Lavoratori del Kurdistan) hanno rapito nelle scorse ore un membro del parlamento. Si tratta di Huseyin Aygun, parlamentare del Partito Repubblicano del Popolo, principale partito dell’opposizione.

Nei giorni scorsi si era parlato di una pesante offensiva lanciata dal Pkk contro la Turchia. In pochi giorni il bollettino degli scontri è salito a oltre 150 morti, e a quanto pare la tensione non sembra diminuita. Nelle scorse ore poi, un gruppo di militanti curdi ha rapito un membro del parlamento turco nel sud-ovest del paese. Lo ha riferito l’agenzia Reuters, secondo cui si tratterebbe di Huseyin Aygun, un parlamentare per il Partito Repubblicano del Popolo (CHP), principale partito dell’opposizione in Turchia. Il parlamentare stava viaggiando nella provincia di Tunceli nella notte di domenica al momento del rapimento, avvenuto nemmeno un giorno dopo che il primo ministro turco,  Tayyip Erdogan, aveva avvertito che le attività dei militanti erano in aumento. Ad Ankara infatti accusano direttamente Damasco e la Siria di aver rifornito i militanti curdi con nuovi armamenti moderni. Le forze di sicurezza turche comunque si sono messe subito in azione per liberare il parlamentare e avrebbero lanciato una importante mobilitazione nella regione. Secondo le prime ricostruzioni i ribelli del Pkk avrebbero fermato la macchina di Huseyin Aygun del Partito Repubblicano del Popolo (CHP) nel sud-est della città di Tunceli, all’imbocco dell’autostrada. I ribelli hanno permesso a un giornalista che viaggiava insieme a lui e al suo assistente di abbandonare la macchina. Si tratta della prima volta in assoluto che il Pkk rapisce un membro del parlamento turco, e almeno stando ai proclami dei guerriglieri l’azione avrebbe avuto solo scopo dimostrativo, e il parlamentare curdo dovrebbe essere liberato nei prossimi giorni. Intanto però il rischio che la questione curda si infiammi è molto alto, soprattutto perchè il conflitto nella vicina Siria sembra essere ancora ben lontano da una soluzione pacifica.

VAI SULLA PAGINA FACEBOOK DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top