Tutti in piazza per difendere la CostituzioneTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tutti in piazza per difendere la Costituzione

A migliaia si sono radunati a Roma per la manifestazione a difesa della Costituzione indetta tra gli altri da Landini, Rodotà e Zagrebelsky. ”È il capitalismo finanziario che è un contrasto con la Costituzione, non la Costituzione ad essere in contrasto con l’economia”, ha attaccato Landini.

Difendere la Costituzione, ma non solo, anche applicarla. E’ questo il nobilissimo intento che ha animato la manifestazione odierna a Roma in difesa della Costituzione partita dalla centralissima piazza della Repubblica e giunta a piazza del Popolo dove hanno parlato il leader della Fiom, Maurizio Landini, ma anche Stefano Rodotà e Gustavo Zagrebelsky. Alla manifestazione hanno preso parte migliaia di persone di tutte le età che hanno dato avvio a un corteo colorato e partecipato. All’interno del serpentone tutta la sinistra, dalla Fiom fino a Rifondazione e Comunisti Italiani, ma anche l’Acqua Bene Comune, Sinistra e Libertà, e Anpi provinciali. Sono tanti, soprattutto giovani, quelli che hanno raccolto l’appello di “Costituzione la via maestra”, stanchi delle ricette delle larghe intese e di un centrosinistra che da un pò di anni fa solo più il centro. Tante le falci e martello e le bandiere rosse, segno della volontà di un popolo di voler tornare a contare dopo tanti, troppi anni di marginalità politica. Landini però ha raffreddato gli animi di chi ha visto, dietro alla manifestazione, le prove generali di una nuova realtà partitica: “I partiti oggi sono fin troppi, quel che manca è la politica, e assieme alla politica anche la rappresentanza. Per anni a noi della Fiom ci hanno detto che eravamo isolati, ma oggi non mi pare che sia più così, soli contro tutti“. Ma Landini si è anche detto orgoglioso della mobilitazione: “non pensavo che da un semplice appello potesse accadere qualcosa di simile, potesse esserci una tale mobilitazione… Oggi è successo qualcosa di nuovo. Siam qui per applicare la Costituzione, per cambiare il Paese, cambiare la politica.. applicando la Costituzione“. La speranza è che qualcosa di nuovo possa succedere anche nel Paese,e che sempre più italiani aprano finalmente gli occhi schierandosi a difesa di quello che è rimasto l’ultimo baluardo a difesa dei cittadini: la Costituzione Italiana.  E quanto ci sarebbe bisogno di un leader Landini, che non si vergogna di dire di fronte alla piazza: “È il capitalismo finanziario che è un contrasto con la Costituzione, non la Costituzione ad essere in contrasto con l’economia“.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top