Tymoschenko shock: "Usare armi nucleari contro i russi in Ucraina"Tribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tymoschenko: “Uccidere i russi d’Ucraina con le armi nucleari”

L’ex pasionaria ucraina, Yulia Tymoshenko, è finita nell’occhio del ciclone dopo che è stata pubblicata una intercettazione telefonica nella quale, rivolgendosi a Nestor Shufrich, deputato del partito delle Regioni, si è detta pronta a usare armi nucleari contro i russi di Ucraina e a sparare con il mitra a Putin. Ovviamente la Tymoshenko ha negato, ma l’intercettazione sembra essere autentica. 

Abbiamo già detto come quanto successo in Ucraina in questo 2014 sia ben lontano dalla democrazia e dal rispetto delle leggi internazionali. Abbiamo assistito a un vero e proprio rovesciamento, con l’Occidente che accusa la Russia di ingerenze e che dichiara di voler difendere la “rivoluzione” di piazza Maidan, una rivoluzione su cui gravano ombre che non staremo nuovamente ad elencare. Yulia Tymoschenko comunque si è avvantaggiata direttamente di quanto successo in quanto è riuscita a uscire di galera e a tornare a dire la sua sulla politica interna del Paese. Proposta da sempre dall’Occidente come un simbolo di democrazia e tenacia, è finita nell’occhio del ciclone per via di una intercettazione che forse ha mostrato il suo vero volto, un volto davvero ben lontano dai valori di tolleranza e democrazia che l’Occidente dichiara di voler propagandare, solo a parole ovviamente. La “pasionaria” di destra si è rivolta al telefono a Nestor Shufrich, deputato del partito delle Regioni, e ha detto chiaramente quello che vorrebbe fare in una intercettazione che ha subito fatto il giro del mondo. Nella telefonata la Tymoschenko ha detto senza giri di parole di essere “pronta a imbracciare un mitra e sparare in fronte a questo mascalzone”, con un chiaro riferimento a Vladimir Putin. Non solo, nella telefonata la “pasionaria” dei diritti umani ha pensato bene di spiegare la sua ricetta per la pacificazione: uccidere con le armi nucleari gli otto milioni di russi che vivono in Ucraina. Una frase disgustosa che mette in luce chi sono gli alleati dell’Occidente in Ucraina. In evidente imbarazzo la Tymoschenko ha provato a negare sostenendo che sia avvenuta una manipolazione, ma la telefonata sembra essere autentica (risale al 18 marzo) e il suo un becero tentativo di arrampicarsi sugli specchi. Ovviamente la Tymoschenko e i suoi stanno facendo l’unica cosa possibile: accusano la Russia di aver intercettato la pasionaria. Del resto era già stata divulgata una intercettazione della segretaria di Stato aggiunta Victoria Nuland, una dei vice del capo della diplomazia Usa John Kerry, che letteralmente invitava l’Ue a fottersi, e ancora un’altra intercettazione della stessa Ashton con il ministro degli Esteri estone Urmas Paet, nella quale sostanzialmente si annunciava che gli autori della strage di Maidan sarebbero stati i neonazisti dell’opposizione. La cosa però potrebbe non finire qui dal momento che due deputati comunisti russi hanno deciso di chiedere al comitato investigativo di verificare se la telefonata contenga gli estremi del reato di istigazione all’odio inter-etnico. In tutto questo i quotidiani occidentali sembrano quasi non prendere seriamente la telefonata, come se sostenere di voler uccidere tutti i russi in Ucraina sia alla fine una opinione come un’altra, come se il ruolo di “cattivi” per i russi sia ormai già stato deciso a tavolino.

 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top