Ucraina. A Debaltseve si è consumato il fallimento della soluzione militare di KievTribuno del Popolo
giovedì , 20 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. A Debaltseve si è consumato il fallimento della soluzione militare di Kiev

Dopo la terribile sconfitta patita a #Debaltseve in Ucraina il presidente Poroschenko cerca di minimizzare la sconfitta subita per mano dei separatisti ma la sensazione è che sia la soluzione militare di Kiev a essere stata sconfitta. Ora il timore è che l’Occidente che ha investito su di lui decida di ingerire anche militarmente anche in modo diretto, con conseguenze devastanti.

Quella consumata ieri è stata una sconfitta clamorosa da parte dell’esercito di Kiev. Proprio l’Ucraina peraltro aveva fino a poche ore prima smentito in modo categorico che nella sacca di Debaltseve, centro e snodo centrale a metà tra Donetsk e Lugansk, ci fossero quasi ottomila soldati ucraini intrappolati. Nella battaglia di ieri i militanti della Novorossja sono riusciti a conquistare la cittadina di Debaltseve mettendo letteralmente in rotta l’esercito ucraino ma in modo grottesco a Kiev il presidente Poroschenko ha pensato bene di negare cercando di arrampicarsi sugli specchi. Il New York Times ha scritto infatti che Poroschenko avrebbe del tutto mentito sulla situazione a Debaltseve parlando di un generico ripiegamento quando invece le forze di Kiev avrebbero patito perdite gravissime, forse nell’ordine di centinaia di persone. Il Telegraph ha anche sottolineato che le parole di Poroschenko non avrebbero minimamente centrato la gravità della situazione, anche perchè l’affermazione che l’esercito sarebbe riuscito a evitare l’accerchiamento e a tornare indietro in un ripiegamento strategico è sembrato troppo alla luce del numero di vittime e di veicoli persi nella battaglia. Solo per fare un esempio la stessa Lucia Goracci di Rai News, non certo una pro-Novorossja, ha ammesso lo sfaldamento e la rotta dell’esercito ucraino da Debaltseve. Non solo, anche un reporter del Channel 4 inglese ha parlato apertamente di “sconfitta” da parte dell’esercito di Kiev. Non solo, un giornalista del “The Indipendent” ha parlato di una ritirata dell’esercito ucraino da Debaltseve disordinata e più simile a una fuga di massa che a un ripiegamento strategico. Ma quanto a Kiev siano con l’acqua alla gola emerge anche dalle dichiarazioni sulle vittime con Poroschenko che, in modo farsesco, ha parlato di solo sei soldati uccisi a fronte di stime che pensano si parli almeno di cifre dieci o venti volte superiori, sempre ammettendo che le cifre diffuse dalla Repubblica Popolare di Donetsk, che parlano di migliaia di vittime, siano false. Inoltre il “The Guardian” ha sottolineato come i soldati in fuga da Debaltseve non sarebbero stati minimamente organizzati e gli si è allineato anche il Wall Street Journal che ha parlato apertamente di rotta.Insomma a Kiev minimizzano la sconfitta militare ma questa sconfitta militare peserà in quanto ha mostrato in modo chiaro e netto come i soldati ucraini siano demotivati e demoralizzati, a parte ovviamente le bande neonaziste che smaniano dalla voglia di continuare la guerra a tutti i costi. La sensazione è che l’Ucraina sia in mano a governanti che non si curano minimamente delle vite umane e che vogliano la soluzione militare a tutti i costi rifiutando di ammettere di essere stati battuti sul campo. E pur di non ammettere la sconfitta contro persone che hanno perso la casa e persone care e sono disposte a combattere fino alla morte nel Donbass dopo aver subito quella che si potrebbe configurare come una pulizia etnica da parte di Kiev, accusano la Russia di aver inviato soldati e blindati, ovviamente senza riuscirlo a dimostrare con prove concrete.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/122136361@N02/13905199501″>2014-01-09-0446 Євромайдан</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>(license)</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top