Ucraina. Arriva il regalo dell'Ue: un miliardo di euro a KievTribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Arriva il regalo dell’Ue: un miliardo di euro a Kiev

Da un lato si dice che la Russia ingerisce negli affari interni dell’Ucraina, dall’altro l’Occidente è pronto a finanziare proprio quel governo di Kiev che non viene riconosciuto dalla parte Est del Paese e che si è imposto a furor di piazza. E a finanziare Kiev, ovviamente, saranno i cittadini europei.

Kiev ha un disperato bisogno di soldi per evitare il fallimento. Questa è la realtà a dispetto delle provocazioni e dei rischi di guerra con Mosca, ed è per questo che l’Occidente ha deciso di correre incontro ai loro alleati di piazza Majdan con tanto di monete sonanti che, guarda un pò, pagheremo noi europei in un momento in cui la crisi economica è ancora devastante. I ministri degli Esteri europei infatti hanno oggi adottato la proposta della Commissione che, come ha spiegato il commissario al Commercio Karel De Gucht, “non è solo l’espressione della nostra solidarietà con il popolo ucraino, ma mostra anche che l’Unione vuole e può prendere decisioni immediate per migliorare la situazione dei nostri vicini orientali“. Il che tradotto significa che l’Ue dà ilvia libera alle tariffe commerciali preferenziali con Kiev, il che significherà circa mezzo miliardo di euro di dazi all’anno. Le nuove tariffe dovrebbero entrare in vigore il 23 aprile, il giorno dopo la pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta ufficiale europea.  Tutto qui? Assolutamente no, il Consiglio ha deciso di versare anche un miliardo di euro per l’assistenza macrofinanziaria a sostegno della sua stabilità economica e dell’agenda di riforme strutturali. Insomma la vera domanda è: avrebbero trovato i soldi per aiutare altri paesi in difficoltà? E soprattutto, come mai versare denaro a un governo come quello di Kiev dalla dubbia legittimità mentre invece continuare a strozzare paesi come la Grecia? Sarà populismo, ma noi vorremmo vederci chiaro.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top