Ucraina. Centinaia di soldati disertano e fuggono in RussiaTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Centinaia di soldati disertano e fuggono in Russia

Kiev sempre più nei guai nell’Est dell’Ucraina dove più di 400 soldati dell’esercito hanno deciso di disertare e di riparare in Russia. Si tratta della fotografia di un sin qui fallimento inclemente dell’esercito ucraino nella campagna lanciata contro il Donbass. 

Photo Credit: RIA Novosti/Yulia Nasulina

Non tutti i soldati ucraini sono felici di essere inviati nell’Est per uccidere quelli che alcuni politici nazionalisti protagonisti del Majdan hanno chiamato nemici della patria e terroristi da uccidere senza pietà. Questo evidenzia ancora una volte la spessa coltre di menzogne che avvolge l’informazione a riguardo di quanto succede quotidianamente nella guerra civile ucraina. Le morti di civili causate dai bombardamenti dell’artiglieria dell’esercito di Kiev sono la fotografia di una frustrazione crescente da parte di un esercito sempre più in difficoltà nel corso della campagna militare indetta contro i separatisti filorussi nell’Ucraina dell’Est. Dopo alcuni rovesci militari e diverse vittime, ora l’esercito ucraino subisce anche la diserzione di oltre 400 soldati che sono fuggiti in Russia richiedendo asilo, rifiutandosi di prendere le armi contro il proprio stesso popolo. Non è la prima volta che ciò accade del resto, e molti soldati ucraini avevano disertato anche nei mesi scorsi, andando anche a ingrossare le fila dei separatisti della Novorossja. Secondo il portavoce delle guardie di confine di Rostov, in Russia, avrebbero disertato 438 soldati ucraini, incluse 164 guardie di confine. Ma non è finita qui, le milizie della Novorossja hanno anche fatto sapere di essere in trattative con un largo contingente di truppe ucraine per la loro resa dal momento che si trovano circondate nella regione di Lugansk. A Kiev sono molto preoccupati per le condizioni del proprio esercito, dove ogni giorno aumentano le defezioni e le lamentele per razioni sempre più carenti quando non assenti. Infatti le truppe del Donbass, pur non avendo armi pesanti al pari di Kiev, dispongono di una buona logistica, cosa che mette in difficoltà la fanteria ucraina, costretta a usare l’artiglieria in modo indiscriminato e senza alcun riguardo per i civili  non potendosi avvicinare via terra. Molti soldati ucraini sarebbero tagliati fuori e privi di cibo, e come se non bastasse anche l’opinione pubblica di Kiev avrebbe cominciato ad averne abbastanza della sconsiderata guerra voluta da Poroschenko e supportata dagli Stati Uniti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top