Ucraina. Chi destabilizza chi?Tribuno del Popolo
martedì , 12 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Chi destabilizza chi?

Cosa sta accadendo in Ucraina? Cerchiamo di mettere un pò d’ordine nella confusione totale dei media italiani che accusano a senso unico la Russia e Vladimir Putin di voler conquistare e invadere l’Ucraina. Peccato che a ingerire sugli affari interni ucraini sia stato l’Occidente che ha mandato tutti i dirigenti europei a sfilare a Kiev per ben 47 volte solo in piazza Majdan. 

Giulietto Chiesa è forse l’unica personalità in Italia a cercare di rompere l’accerchiamento sempre più stringente della disinformazione. Informandosi sui giornali italiani infatti si legge un quadro di quanto sta accadendo in Ucraina del tutto fuorviante. Si legge di Kiev che si sarebbe “liberata” dal dittatore, ovviamente filorusso, Yanukovich che ha comunque sparato sulla folla, e che ora rischia di essere invasa dal “cattivo” Putin, che altro non vorrebbe ovviamente che invadere Kiev e annettere l’Ucraina. Peccato che ad arringare la folla in piazza Majdan sia stato il senatore americano McCain, immaginate cosa sarebbe successo se Putin si fosse recato in piazza Taksim a Istanbul o altrove in qualche altro paese alleato degli Usa, ad arringare i manifestanti antigovernativi? Tutto questo inoltre facendo finta di non sapere nulla riguardo allo scandalo dei cecchini di piazza Majdan, con l’ormai famosa intercettazione telefonica tra Victoria Nuland e il ministro degli Esteri estone che inchioda l’opposizione ucraina alle loro responsabilità. A Kiev dunque è avvenuto un vero e proprio golpe foraggiato dall’Occidente, ma con un gioco carnevalesco di ribaltamento totale, i media accusano la Russia di aver destabilizzato l’Ucraina. Per non parlare di Brennan, capo della Cia, che si è recato a Kiev proprio pochi giorni prima dell’inizio della guerra civile. Insomma siamo al parossismo, gli Usa hanno partecipato direttamente alla destabilizzazione del Paese, incurante di aver foraggiato neonazisti, e ora cercano in modo grottesco di accusare Mosca. Quello che i media non dicono è che l’Ucraina deve oggi alla Russia i soldi del gas, ovvero tre miliardi e 400 milioni di dollari. L’Ucraina è il Paese dove passano i più importanti gasdotti che portano il gas russo verso l’Europa, pari a circa il 53% del fabbisogno europeo. Dal momento che Kiev è in bancarotta e non paga, Putin ha detto che l’Ucraina dovrà pagare in anticipo il gas se lo vorrà dal momento che peraltro Kiev considera Mosca ostile. Per questo dal 1 maggio in avanti la Russia non darà più il gas all’Ucraina se prima non avrà i soldi in anticipo, come previsto dai contratti. Dunque dove sono le ritorsioni russe? Misteri della media wars…

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top