Ucraina. Continuano i bombardamenti su Donestk, ma gli insorti non si arrendonoTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Continuano i bombardamenti su Donestk, ma gli insorti non si arrendono

 L’esercito di Kiev continua a martellare Donetsk con aerei ed elicotteri, incurante delle decine e decine di civili rimasti tragicamente uccisi. Gli abitanti di Donetsk però hanno deciso di resistere alla Giunta che lancia ultimatum e hanno eretto nuove barricate con l’idea di resistere fino alla fine. Il tutto mentre l’Europa, distratta dalle elezioni, sembra guardare dall’altra parte. 

Donetsk è una città di 1.200.000 abitanti, una vera metropoli moderna e aperta che però in questi giorni sta rivivendo nel vero senso della parola lo spettro della guerra. Non si può altrimenti definire quanto sta accadendo in Ucraina dell’Est, dove dopo la vittoria del presidente Poroshenko nelle elezioni presidenziali, disertate in massa nell’Est, l’esercito della Giunta ha cominciato a martellare con bombardamenti aerei e di artiglieria, uccidendo decine e decine di cittadini inermi oltre che di miliziani filorussi. La situazione drammatica della città, con i cadaveri delle persone uccise ovunque, ha indotto il sindaco di Donetsk e altre associazioni umanitarie a lanciare un appello, ripreso anche da Ansa.it,  per lasciare un corridoio che possa permettere a donne e bambini di lasciare Donetsk e mettersi in salvo:

Un appello da condividere e possibilmente da inviare a chi può avere influenza sulla Giunta di Kiev! Ai giornali, alle forze politiche, alle agenzia di stampa!

Donetsk: la città è circondata e bloccata, il sindaco ha chiesto a Kiev che venga garantito un corridoio umanitario che permetta a donne e bambini e chiunque lo voglia di lasciare la città in vista della scadenza dell’ultimatum lanciato dalle autorità di Kiev!

Facciamo appello a chiunque abbia la possibilità di esercitare pressioni, affinchè il corridoio umanitario di evaquazione della popolazione civile venga garantito dalle autorità di Kiev!

Donetsk conta 1.200.000 abitanti, l’utilizzo dell’aviazione in bombardamenti anche “di precisione” e l’utilizzo delle istallazioni grad può causare migliaia di morti tra la popolazione civile”

Ovviamente però le truppe di Kiev non sembrano aver ascoltato l’appello e alle prime luci dell’alba l’offensiva nel Donbass sembra essere ricominciata. Gli abitanti di Donetsk però, secondo quanto riportato da Euronews, avrebbero deciso di rimanere al loro posto e di combattere fino alla fine preparando le barricate e aspettando lo scontro dal momento che l’esercito di Kiev si trova alle porte della città. In serata, una bomba è esplosa sulla linea ferroviaria del Donbass, la regione di Donetsk e Lugansk, e l’esercito regolare di Kiev avrebbe riguadagnato posizioni nei pressi dell’aeroporto con i filorussi che sarebbero arretrati nel centro della città.  Il Cremlino  ha chiesto la fine immediata delle violenze anche se ovviamente il nuovo governo ucraino non sembra avere la minima intenzione di interrompere la sua offensiva che ha già causato la morte di più di cento persone solo a Donetsk. Si parla di automobili con all’interno civili mitragliate dalle bande della Giunta, e la popolazione civile ha paura che questo sia solo l’inizio.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/usarmyeurope_images/8122138849/”>U.S. Army Europe Images</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top