Ucraina. In arrivo un nuovo "Maidan"?Tribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. In arrivo un nuovo “Maidan”?

Ucraina. In arrivo un nuovo “Maidan”?

Alta tensione a Kiev dove secondo il capo degli Affari Esteri della Duma l’estrema destra del Right Sektor starebbe lavorando per un nuovo “Golpe”, accusando l’attuale governo di non fare abbastanza per le riforme sociali. Dopo averli usati per il “Maidan”, gli estremisti di destra potrebbero rivoltarsi contro gli apprendisti stregoni che li hanno creati. 

Quando avveniva la cosiddetta “rivoluzione del Maidan”, che poi secondo altri punti di vista altro non sarebbe stato che un vero e proprio golpe, le bande neofasciste e nazionaliste hanno ricoperto un ruolo importante soprattutto nelle prime fasi. Una volta evolutasi la situazione con il nuovo governo di Kiev e la guerra civile con il Donbass tali gruppi paramilitari di estrema destra sono stati in qualche modo riconosciuti e inquadrati in bande da mandare contro i ribelli filorussi. Tralasciando tutte le accuse di violazioni di diritti umani mosse nei confronti di queste bande, oggi a Kiev si ha paura che il Right Sektor, il Settore Destro di Dmytro Yarosh tristemente assurto agli onori della cronaca per via delle violenze commesse, possa guidare un nuovo golpe. A lanciare l’allarme per la verità ci ha pensato Alexei Pushkow, che come riferito da SputnikNews avrebbe scritto sul proprio profilo Twitter che quelli del Settore Destro starebbero “complottando una nuova rivoluzione a Kiev e Dmytro Yarosh è pronto a dare ai suoi sostenitori ucraini delle nuove linee guida per dei cambiamenti rivoluzionari nel Paese“. Lo stesso Yarosh,  ha detto chiaramente sulla sua pagina Facebook qualche giorno fa che il governo e il parlamento ucraini sono incapaci di portare avanti le richieste riforme sociali per il futuro del Paese.

Tradotto sembra che il Settore Destro voglia contrattare nuove condizioni favorevoli per i suoi sostenitori, magari ricevendo impulso e maggiore riconoscimento, questo a dispetto dell’ideologia apertamente neonazista dei suoi membri. Qualche giorno fa a Kiev del resto erano sfilati centinaia di aderenti del Settore Destro proprio per protestare contro le politiche del governo e ci sono state tensioni con le forze dell’ordine. La sensazione è che i nazionalisti vogliano premere sull’acceleratore, e infatti lo stesso Yarosh in occasione del corteo di qualche giorno fa ha detto chiaramente: “Noi siamo una forza organizzata rivoluzionaria che sta aprendo una nuova fase nella rivoluzione ucraina“. E non solo, Yarosh avrebbe anche fatto sapere di voler indire un referendum per cacciare Petro Poroshenko che ha sostituito subito Yanukovich nell’immaginario del “tiranno”. Peccato che nel frattempo le milizie filorusse abbiano ritirato le armi pesanti dal fronte, lasciando così i neonazisti ucraini i soli a voler riprendere la guerra a tutti i costi.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top