Ucraina. Kiev scaglia pioggia di bombe su DonetskTribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. Kiev scaglia pioggia di bombe su Donetsk

Ucraina. Kiev scaglia pioggia di bombe su Donetsk

Mentre l’Occidente celebrava la caduta del Muro di Berlino qualche chilometro più a Est, a Donetsk, la popolazione civile vive sotto bombardamenti costanti dell’esercito fedele a Kiev. 

E’ guerra vera nel Donbass dove l’esercito di Kiev non vuole rassegnarsi al fatto che gli abitanti dell’Ucraina dell’Est intendono gestire da soli il proprio territorio senza soggiacere ai diktat della Giunta che ha preso il potere dopo il “Golpe” del Majdan, un golpe sponsorizzato e appoggiato da parte della Nato e dell’Occidente in generale. A dispetto di proclami, parole di pace e illusioni di una tregua, l’Ucraina orientale è sotto il costante e massiccio fuoco dei bombardamenti che, soprattutto in quest’ultimo weekend, si sono intensificati. Dopo il 5 settembre sulla carta era stato siglato un cessate il fuoco ma nella sostanza non è mai stato realmente rispettato, e le bombe piovute su Donetsk nelle ultime quarantotto ore sono la dimostrazione che il governo di Kiev intende risolvere la questione con la forza. Donetsk, città importante con oltre un milione di abitanti, oggi è abitata a malapena dalla metà della popolazione e i civili vivono nel costante terrore della guerra. Non solo, Poroschenko e il regime di Kiev intendono annullare il decreto che ha assicurato ai separatisti il riconoscimento di una parziale autonomia, quindi tutto lascia presumere che si vada verso una ripresa dei combattimenti in grande stile, con il governo ucraino incapace di realizzare che l’Est dell’Ucraina non ha alcuna intenzione di farsi comandare da Kiev. Guardacaso i bombardamenti da parte dell’esercito ucraino sono ripresi proprio all’indomani delle elezioni indette a Donetsk e Lugansk il 2 novembre che hanno visto una importante risposta di popolo e hanno fatto letteralmente venire il mal di pancia al governo di Kiev. Ovviamente Kiev, assieme all’Occidente, non riconoscono il voto delle elezioni nel #Donbass a differenza di Mosca che ha deciso di riconoscerlo mettendo quindi alle strette Poroschenko e soci che per sconfiggere i separatisti ricorrono ormai da mesi anche a bande di neonazisti senza scrupoli che compiono atrocità contro la popolazione civile. La popolazione civile a Donetsk ha paura, ma l’Occidente preferisce autocelebrarsi con l’anniversario della caduta del Muro di Berlino, un evento che indirettamente ha causato anche la guerra civile ucraina.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top