Ucraina. La marea scura di Kiev assalta i palazzi del potereTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. La marea scura di Kiev assalta i palazzi del potere

Dopo che l’opposizione ha rifiutato l’offerta del presidente Yanukovich di cedere il governo al leader dell’opposizione, i manifestanti pro Ue continuano a commettere violenze. In mattinata hanno attaccato l’edificio di Casa Ucraina, e lo spettro della guerra civile aleggia preoccupante. 

Photo Credit  (RIA Novosti / Andrey Stenin)

La situazione in Ucraina sembra senza uscita; sembra sostanzialmente che l’opposizione, consapevole degli agganci internazionali ottenuti e della pressione internazionale operata contro Kiev, voglia tentare la spallata definitiva. Anche per questo la protesta in Ucraina va avanti e i manifestanti continuano ad attaccare la polizia e gli edifici pubblici. Anzi l’ex ministro della Difesa ha persino esortato i manifestanti a portare le loro armi in piazza per difesa personale, un chiaro segnale che l’ora X sta per arrivare. Questa mattina quindi, ignorando le aperture operate dal governo, i manifestanti hanno ripreso il loro consueto assalto agli edifici pubblici. Nella giornata di ieri avevano occupato il ministero dell’Agricoltura mentre questa mattina è stato assaltato l’edificio di Casa Ucraina, una sorta di palazzo delle esposizioni presidiato all’interno dalla polizia. In questa situazione di caos in molti credono che sarà decisiva la giornata di martedì, quando si terrà la seduta straordinaria del parlamento nella quale potrebbero anche essere attenuate le misure inserite nelle leggi anti-protesta. Intanto il fronte moderato della protesta lancia appelli al movimento per fermare le manifestazioni violente, ma nessuno sembra essere in grado di ascoltare il leader  Yatsenyuk, lo stesso cui Yanukovich aveva offerto, senza successo, il ruolo di premier. Nel cuore della notte, così, gruppi di dimostranti hanno lanciato bottiglie incendiarie contro la sede del Parlamento, ma nessuno in Europa e in Occidente ha preso le distanze da questo gesto, commesso peraltro da gruppi radicali di neonazisti contro un governo che almeno dal punto di vista teorico è stato eletto democraticamente. Nel video qui sotto si vede uno degli assalti, dove è possibil verificare come i manifestanti non siano democratici cittadini che vengono caricati a freddo dagli agenti di sicurezza, bensì gruppi di personaggi radicali che assaltano in modo organizzato i luoghi del potere. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top