Ucraina. La "versione" di SorosTribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. La “versione” di Soros

“La Stampa” di oggi ha pubblicato un editoriale a firma di George Soros e dal titolo molto chiaro: “Perchè aiutare l’Ucraina”. Le premesse da parte tale editoriale la dicono lunga, ma molto lunga, sulle nubi che si addensano sul futuro dell’Europa. 

Non staremo qui a fare l’ennesimo riepilogo della situazione ucraina, di come è nata la crisi, come sia stata strumentalizzata eccetera. Il lettore che volesse approfondire avrebbe solo l’imbarazzo della scelta per ricostruire quel lungo filo nero che collega il Maidan alla presenza del senatore americano J.McCain fino a George Soros, alle Femen, al Battaglione Azov e così via. Analizzeremo invece qui l’editoriale a firma di Soros pubblicato su “La Stampa” versione cartacea del 29 dicembre 2014 e intitolato a scanso di equivoci: “Perchè aiutare l’Ucraina”. L’editoriale inizia esattamente così: “Invadendo l’Ucraina nel 2014, la Russia ha sferrato una sfida epocale ai valori e ai principi dell’Ue e al sistema di regole che ha mantenuto la pace in Europa dal 1945. Né i leader né i cittadini europei sono pienamente consapevoli della portata di questa sfida, tanto meno sanno come affrontarla. Il regime di Putin si fonda sulla forza, che si manifesta nella repressione in patria e nell’aggressione all’estero“.

Avete capito bene, Soros parla di “valori e principi dell’Ue” e soprattutto di un sistema di regole “che ha mantenuto la pace in Europa dal 1945“. Ma a ben guardare non rientra nei valori e nei principi dell’Ue nemmeno ingerire negli affari interni di un paese sovrano arrivando a finanziare e supportare l’opposizione contro un governo, quello di Yanukovich, che all’epoca era comunque stato democraticamente eletto. Non solo, Vladimir Putin nei giorni scorsi ha reso pubblica la nuova versione della dottrina militare russa, aggiornata dopo il 2010. Nel nuovo testo Putin ha parlato apertamente di “rafforzamento delle capacità offensive della Nato direttamente alle frontiere russe, e delle misure prese per dispiegare un sistema globale di difesa antimissile” . Vale a dire che dopo la caduta dell’Unione Sovietica e la fine del Patto di Varsavia e dei paesi satelliti dell’Urss non era scritto da nessuna parte che tali paesi passassero alla Nato, non certo una organizzazione militare neutra dal momento che in molti dimenticano che nacque ai tempi della Guerra Fredda in funzione antisovietica, e dunque anche antirussa. Soros non vede la cosa dall’altra parte, ovvero che l’Occidente ha operato pressioni all’interno di un paese sovrano confinante con la Russia. Cosa avrebbe scritto Soros se Putin avesse finanziato e appoggiato movimenti di opposizione di estrema sinistra in Messico contro gli stessi interessi americani? Quasi sicuramente la Casa Bianca avrebbe denunciato tali ingerenze minacciando ripercussioni dirette. Questo invece viene negato alla Russia che deve far finta di non vedere che gli Usa, e la Nato, vogliono utilizzare l’Ucraina come una rampa di lancio per accerchiare la Russia. 

“Il regime di Putin si fonda sulla forza, che si manifesta nella repressione in patria e nell’aggressione all’estero”, ma tra tutte le parole di Soros questa è sicuramente quella più esilarante. Anche ammesso che il “regime” di Putin si basi sulla repressione in patria e sull’aggressione, in che modo quello americano potrebbe essere un valido modello dal momento che gli Stati Uniti sono in guerra ininterrottamente da decenni e sono sicuramente diretti responsabili di tutta la destabilizzazione permanente del Medio Oriente, dell’Afghanistan e dell’Iraq. Per non parlare dei problemi di discriminazione razziale interni agli Stati Uniti esplosi recentemente con i fatti di Ferguson, non certo validi esempi di una società democratica e pacificata.

Fontehttp://www.lastampa.it/2014/12/29/cultura/opinioni/editoriali/perch-aiutare-lucraina-8T8EpE8DrvzOOQHzxxGleP/premium.html

 Gracchus Babeuf

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top