Ucraina. Le menzogne dei media piano piano vengono smascherateTribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Le menzogne dei media piano piano vengono smascherate

Quello nella foto è stato presentato da “Repubblica” come sospetto cecchino che viene aggredito dai manifestanti in Ucraina. Peccato che sia in realtà un dirigente regionale del Partito Comunista, rapito e picchiato a sangue dai neofascisti “democratici europeisti”.

La menzogna fa parte delle armi delle guerre moderne, lo sanno bene gli apparati mediatici dell’Occidente, abili a utilizzare foto e immagini per rovesciare la realtà o comunque modificare la sua percezione per i propri fini. Ne sa qualcosa “Repubblica”, che forse solo per pigrizia e superficialità, e vogliamo sperare non scientemente, ha pubblicato la foto di un uomo linciato dalla folla e costretto a baciare la croce in quel di Kiev nei giorni della rivolta. Il quotidiano italiano presentava la scena come quella del linciaggio di piazza a un presunto cecchino governativo, una topica clamorosa dal momento che in realtà quel poveretto non era un sicario al soldo di Yanukovich, bensì un dirigente regionale del Partito Comunista, Rostislav Vasilko, che quel giorno era stato rapito in casa sua da una banda di neofascisti che lo hanno poi trascinato in strada, picchiato e torturato in un parco. Non solo, hanno anche minacciato la sua famiglia, sua moglie e i suoi figli, derubandolo e costringendolo a chiedere aiuto alla comunità internazionale per provare a ricevere asilo in un altro Paese. Alla fine, fortunatamente, pare che Vasilko sia stato curato e messo al sicuro, forse in Russia, aiutato dai comunisti di quel Paese. Davvero vergognoso il modo di fare informazione del nostro Paese, ancor più che “La Republica”, quotidiano di sinistra spagnolo, ha raccontato correttamente la vicenda. Insomma, un episodio che la dice lunga sull’obiettività dei media di casa nostra, per cui forse le violenze subite dai comunisti non sono poi così gravi e possono anche venire strumentalizzate. Del fatto che i comunisti siano stati picchiati, minacciati e rapiti, ovviamente, non interessa minimamente ai “democratici” di casa nostra.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top