Ucraina. Parlamento della Crimea convoca referendum per la secessione e l'Occidente torna a minacciareTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. Parlamento della Crimea convoca referendum per la secessione e l’Occidente torna a minacciare

Ucraina. Parlamento della Crimea convoca referendum per la secessione e l’Occidente torna a minacciare

Con una mossa per certi versi inaspettata per i tempi il Parlamento della Crimea ha approvato una mozione con cui chiede l’incorporazione alla Russia della penisola. Il 16 marzo è stato fissato il referendum e l’Occidente è tornato subito a minacciare per bocca del ministro degli Esteri francese Fabius.

Ancora tensione in Ucraina dove il Parlamento della Crimea ha votato all’unanimità una mozione che chiedeva sostanzialmente un referendum popolare immediato per la secessione da Kiev e l’annessione a Mosca. Una notizia che ha fatto subito saltare i nervi dell’Occidente, con il ministro degli Esteri francese Fabius che ha parlato di “fine della pace mondiale” nel caso la Crimea venisse annessa dalla Russia. Ovviamente i nervi sono saltati anche al governo di Kiev, che ha subito avvertito come si tratti di un passo incostituzionale, ignorando le grandi ombre che vi sono sulla presa del potere di piazza Maidan e sulla cacciata di Yanukovich che, secondo Mosca, sarebbe ancora il presidente legittimo. Il referendum indetto si terrà il 16 marzo, due settimane in anticipo rispetto a quello che si era preventivato, e la notizia ha causato grande nervosismo anche negli Stati Uniti, che sono ovviamente tornati a minacciare sanzioni. Dal conto suo il Cremlino ha fatto sapere di essere stato informato della richiesta del Parlamento della Crimea e di averne discusso con i suoi consiglieri più fidati. Intanto il premier Dmitry Medvedev ha fatto sapere che si sta lavorando alla semplificazione del sistema per concedere la nazionalità ai cittadini stranieri russofoni che abbiano vissuto in Russia o in altre repubbliche ex sovietiche. Insomma, il timore è che se la Crimea voterà l’annessione alla Russia, il peggio della crisi ucraina potrebbe ancora venire. Il mondo potrebbe tornare alla Guerra Fredda che abbiamo imparato a conoscere nel corso del XX secolo, una guerra fredda che forse in troppi si erano illusi di lasciarsi alle spalle. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top