Ucraina. Russia accusa Kiev del massacro di OdessaTribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. Russia accusa Kiev del massacro di Odessa

Ucraina. Russia accusa Kiev del massacro di Odessa

Dopo la rabbia per i 42 morti nella Casa dei Sindacati di Odessa, la Russia ha accusato direttamente Kiev di aver lasciato fare ai gruppi nazionalisti. Sotto accusa l’operato della polizia, che in occasione del rogo se ne sarebbe, letteralmente, lavata le mani. 

A poche ore dal terribile rogo della Casa dei Sindacati di Odessa iniziano le reazioni ufficiali delle parti in causa. Evidentemente il fatto che nel rogo siano morti filorussi e militanti comunisti lascia piuttosto indifferente l’opinione mediatica occidentale, che mostra così ancora una volta la sua poca obiettività. In ogni caso RIA Novosti, agenzia russa, ha citato come fonte un alto ufficiale del Ministero degli Interni russo, secondo cui la polizia a Odessa avrebbe letteralmente fatto fare ai nazionalisti di estrema destra, allontanandosi dal luogo degli scontri “su preciso ordine del Ministero”. I gruppi nazionalisti e neofascisti infatti non solo non sono stati contrastati dal governo di Kiev, anzi, al contrario, sono stati foraggiati e accreditati, al punto che ora operano in ucraina dell’Est con una informale licenza di “uccidere”. Del resto proprio all’interno delle bande paramilitari neonaziste sono stati inquadrati secondo molte fonti anche agenti in borghese dei militari dei battaglioni stanziati a Odessa e Dnepropetrovsk. Come se non bastasse dai video di ieri, e dalle accuse dei testimoni oculari, emergeva l’atteggiamento passivo delle forze dell’ordine, e la loro assenza durante l’assedio alla Casa dei Sindacati. RIA Novosti ha riportato anche la notizia che il finanziamento di queste operazioni sarebbe di competenza degli oligarchi Kolomojskij (governatore di Dnepropetrovsk, da alcune settimane estremamente vicino al Pravyj Sektor che ha trasferito, non a caso, a Dnepropetrovsk la sede centrale) e Poroshenko, altro oligarca, candidato alle presidenziali. L’Occidente in tutto questo ha scelto da che parte stare, ovvero con la Giunta di Kiev e quindi anche con le bande neonaziste responsabili di violenze e pogrom.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top