Ucraina.Saltano gli accordi di Minsk, ancora bombe su DonetskTribuno del Popolo
mercoledì , 20 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina.Saltano gli accordi di Minsk, ancora bombe su Donetsk

Il governo di Kiev ha deciso l’evacuazione della località di Debaltseve, cittadina nell’Ucraina dell’Est dove sono scoppiati aspri combattimenti con le forze dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk. Intanto le truppe di kiev nelle scorse ore sono tornate a bombardare la città di Donetsk ferendo almeno 14 persone nella notte e uccidendone 3.  

Nelle ultime ore in Ucraina dell’Est si è assistito a vere e proprie scene di guerra con l’esercito di Kiev che ha letteralmente bombardato la città di Donetsk, capitale della autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk che ormai da quasi un anno si oppone al nuovo governo impostosi a Kiev sull’onda del Maidan. L’esercito ucraino da parte sua ha deciso di trattare i separatisti alla stregua di terroristi e diverse bande nazionalistiche sono state sguinzagliate nell’Ucraina dell’Est contro la popolazione civile. Nel corso dell’ultima notte i bombardamenti dell’esercito regolare ucraino su Donetsk hanno causato il ferimento di almeno 14 persone e la morte di 3 nelle ultime 24 ore. Tutto questo è avvenuto proprio in contemporanea agli incontri avvenuti a Minsk tra le due parti per trovare una soluzione pacifica che però appare ancora lontanissima. Le parti infatti non hanno trovato un accordo sul campo e nonostante il cessate il fuoco dichiarato ormai a settembre le ostilità sono continuate quasi quotidianamente lasciando un lungo sentiero di morti e devastazione. La violenza è aumentata nelle ultime settimane con entrambe le parti che si accusano di crimini di guerra e con le milizie filorusse che hanno conquistato l’iniziativa infliggendo pesanti sconfitte all’esercito lungo tutta la linea del fronte. Secondo dati ufficiali almeno 13 soldati ucraini sarebbero morti solo nelle ultime 24 ore ma un gruppo di Hacker avrebbe recentemente violato alcuni pc della sicurezza ucraina venendo in possesso dei reali dati delle perdite dell’esercito che, nelle ultime due settimane, avrebbe subito più di 1100 morti. Non solo, il governo ucraino accusa continuamente Mosca di ingerire negli affari interni dell’Ucraina ma a oggi non ha ancora prodotto delle prove fattive limitandosi ad accusare la Russia di qualsiasi cosa anche per giustificare di fronte all’opinione pubblica il fallimento dell’offensiva militare scagliata contro i filorussi, fin qui dimostratasi inconcludente e punitiva solo nei confronti della popolazione civile. E proprio per proteggere i civili la cittadini di Debaltseve, controllata dall’esercito ma accerchiata dai filorussi, sarebbe stata sfollata nelle ultime ore con migliaia di cittadini che sono fuggiti portandosi dietro le loro cose in attesa di combattimenti ancora più aspri.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top