Ucraina. Sembra reggere la treguaTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. Sembra reggere la tregua

Ucraina. Sembra reggere la tregua

Il governo ucraino e i separatisti, a parte violazioni sporadiche del cessate il fuoco che hanno provocato due morti a partire da mezzanotte, sembrano tendenzialmente rispettare la tregua. Ma quanto durerà questa situazione visto che non tutte le parti coinvolte sembrano effettivamente interessate a trovare una soluzione pacifica? 

Tiene, anche se solo per il momento, il cessate il fuoco raggiunto in Ucraina dell’Est ed entrato in vigore nella notte tra sabato. Tiene anche se si segnalano combattimenti sporadici sulla linea del fronte che, finora, sono costati la vita a un paio di civili. E’ partito quindi il consueto balletto delle accuse, con Kiev che accusa i separatisti e i separatisti che accusano Kiev, ma nel complesso almeno per ora la tregua sembra reggere. Preoccupa invece la situazione a Debaltsevo dove oltre settemila soldati ucraini sono stati letteralmente accerchiati dai separatisti. La zona di Debaltsevo è vitale per tutta una serie di motivi dal momento che permette di collegare la zona di Donetsk a quella di Lugansk, creando così una contiguità territoriale tra le due Repubbliche Popolari che hanno deciso di ribellarsi al Maidan. La situazione comunque appare genericamente calma anche se le forze armate della Repubblica Popolare di Donetsk hanno accusato le forze armate di Kiev di aver cercato di sfondare l’accerchiamento di Debaltsevo costringendo i separatisti a rispondere al fuoco. Il fatto è che le autorità di Kiev continuano a negare l’esistenza stessa della secca di Debaltsevo, il che sostanzialmente prelude a fosche prospettive. Intanto il Dipartimento di Stato Usa, per bocca di John Kerry, avrebbe chiamato il ministro degli Esteri del Cremlino Lavrov per sollecitarlo alla realizzazione del cessate il fuoco. Peccato che non una parola venga spesa dalla Casa Bianca a commento di quanto dichiarato da parte di molti gruppi irregolari nazionalisti di estrema destra vicini a Kiev che hanno annunciato di voler continuare i combattimenti ignorando il cessate il fuoco. Ieri, alla vigilia della tregua, si è combattuto massicciamente non solo nella zona di Debaltsevo, ma anche vicino al porto di Mariupol, altra zona strategica che permetterebbe ai filorussi di collegarsi alla Crimea russa. La sensazione è che a Kiev siano i primi a non volere la pace dal momento che Poroschenko e soci continuano a parlare dei separatisti come di terroristi e quindi non si vede in che modo si possa costruire un Ucraina come futuro comune per tutti. Mosca dal conto suo ha proposto di suggellare gli accordi di Minsk con il sostegno del consiglio di Sicurezza Onu, dove ha peraltro presentato una bozza di risoluzione. Insomma quanto durerà la tregua in Ucraina? La speranza della pace appare sempre più labile ancor più che gli Usa hanno annunciato di voler addestrare e finanziare la Guardia Nazionale di Kiev a partire dalla Primavera.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top