Ucraina. Si avvicina la battaglia per Donetsk. Kiev e Mosca accettano missione Croce RossaTribuno del Popolo
martedì , 30 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Si avvicina la battaglia per Donetsk. Kiev e Mosca accettano missione Croce Rossa

Mentre sul campo si combatte senza sosta con l’esercito di Kiev che martella le posizioni dei separatisti filorussi, si prepara la “battaglia finale” a Donetsk, dove si teme un massacro da parte dell’esercito ucraino. Intanto Kiev e Mosca hanno accettato una missione umanitaria sotto l’egida della Croce Rossa. 

Si combatte giorno dopo giorno in Ucraina dell’Est dove l’esercito di Kiev a dispetto dei proclami di moderazione colpisce sistematicamente con l’artiglieria quartieri e case delle città in mano ai separatisti filorussi. A Donetsk in particolare le truppe ucraine hanno lanciato una violenta offensiva colpendo con l’artiglieria anche il carcere della città, da dove sarebbero evasi alcuni detenuti. Del resto anche nelle scorse settimane scorse erano state colpite case e ospedali, ma nessuno nella comunità internazionale ha mosso un muscolo. Non solo, le forze di Kiev avrebbero anche creato un cuneo tra le città di Donetsk e Lugansk con i ribelli che sono stati costretti a ripiegare su Donetsk, dove ci si prepara febbrilmente all’assalto finale da parte di Kiev. L’esercito ucraino ha comunque subito numerose perdite negli ultimi giorni di combattimenti e i battaglioni paramilitari come quello Azov che combattono contro i separatisti hanno avuto otto uomini uccisi nelle ultime ore. Intanto Mosca e Kiev hanno accettato una missione umanitaria sotto l’autorità della Croce Rossa, come confermato dallo stesso ministro degli Esteri russo Lavrov. La popolazione dell’Est infatti affronta una durissima crisi umanitaria a causa del personale medico decimato e dell’assenza di servizi primari come l’elettricità e l’acqua corrente. Mosca invierà quindi un convoglio umanitario insieme alla Croce Rossa in Ucraina e ha anche accusato l’Occidente di una totale assenza di compassione nei confronti della popolazione dell’Est Ucraina. Secondo recenti stime delle Nazioni Unite oltre 117.000 persone sarebbero state costrette a fuggire, mentre altre 730.000 sarebbero fuggite verso la Russia.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top