Ucraina. Stati Uniti pronti ad addestrare la Guardia NazionaleTribuno del Popolo
lunedì , 25 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Stati Uniti pronti ad addestrare la Guardia Nazionale

Gli Stati Uniti starebbero per finanziare, armare e addestrare la Guardia Nazionale in Ucraina in chiave antirussa. A confermarlo il Comando europeo degli Stati Uniti che dunque comincerà a partire dalla primavera a fornire addestramento a 45-50.000 volontari nei pressi di Leopoli. Dentro la Guardia nazionale, manco a dirlo, ci sono anche i neonazisti.

Si aggrava sempre di più la crisi ucraina con l’Occidente che continua ad accusare a senso unico il Cremlino e Mosca di destabilizzazione. Come minimo però Stati Uniti e Occidente si comportano allo stesso modo basti pensare che il Comando europeo degli Stati Uniti ha confermato che a partire da questa primavera gli Usa cominceranno l’addestramento e l’armamento della Guardia Nazionale ucraina. Si parla di qualcosa come 50.000 volontari che verranno quindi armati e addestrati a spese americane in un programma che rientrerebbe nell’iniziativa del Dipartimento di Stato americano per assistere Kiev nel rafforzare la cosiddetta “difesa interna”. A renderlo noto tra gli altri anche l’autorevole Manlio Dinucci su “Il Manifesto”, dove ha anche informato del fatto che il finanziamento sarebbe stato autorizzato nientemeno che dal Congresso Usa e fornito attraverso un Fondo del Pentagono e del Dipartimento di Stato per “for­nire adde­stra­mento ed equi­pag­gia­mento a forze di sicu­rezza stra­niere“. Insomma l’addestramento in territorio ucraino servirebbe nientemeno che a dimostrare l’impegno americano “per la sicu­rezza del Mar Nero e il valore delle forze Usa schie­rate in posi­zioni avanzate“. Visto e considerato che la Guardia Nazionale sarà composta all’incirca da cinquantamila volontari, si tratterà di una ingerenza non da poco; l’addestramento comincerà in quel di Leopoli a circa cinquanta chilometri dal confine polacco dove i volontari troveranno addestratori americani e della Nato presso il campo di Yavoriv. La Guardia Nazionale era stata formata nel marzo del 2014 sull’onda di circa 19 milioni di dollari inviati dalla Casa Bianca, e al suo interno erano stati inseriti anche i gruppi neonazisti di cui tanto si è parlato che sono stati letteralmente utilizzati da Kiev nella guerra. Dinucci sul Manifesto fa riferimento in questo senso alle formazioni neonaziste che sarebbero state addestrate da istruttori Nato già negli anni scorsi, vedi gli addestramenti del 2006 in Estonia di cui esisterebbero documentazioni fotografiche disponibili anche sul web. La Guardia Nazionale al suo interno vede la partecipazione di battaglioni ormai famigerati come l’Aidar, l’Azov, il Donbass e il Dnepr-1 all’interno dei quali la presenza di neonazisti è ampiamente documentata. Non solo questi gruppi sono stati accusati anche da Amnesty International per via delle atrocità commesse contro la popolazione civile ma sembra che questo non interessi agli Stati Uniti e all’Occidente che anzi intendono continuare a finanziarli all’interno di un programma il cui nome è tutto un programma: “Operazione fermezza atlantica”. Il tutto perchè alla Casa Bianca sono ossessionati dal fatto che la Russia possa acquisire una “egemonia regionale”, uno scenario talmente drammatico per gli Usa da essere disposti persino a utilizzare i neonazisti. Non solo, il Pentagono ha appena stanziato anche altri 46 milioni di dollari per fornire addestramento, armamenti e veicoli militari (Fonte il Manifesto). Insomma, ammesso che sia vero che la Russia invia armi e addestratori ai separatisti del Donbass, si può dire come minimo che faccia lo stesso degli Stati Uniti con Kiev.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/122136361@N02/13769386034″>2013-12-08-0074 Євромайдан</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>(license)</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top