Ucraina. Vittime dell'esercito di Kiev sarebbero più del previstoTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ucraina. Vittime dell’esercito di Kiev sarebbero più del previsto

In Ucraina si infiamma la guerra civile dopo i recenti combattimenti tra esercito di Kiev e miliziani della Repubblica Popolare di Donetsk. Il gruppo di hacker “CyberBerkut”, come riferito da @SputnikNews, avrebbe rivelato documenti riservati di Kiev che offrirebbero le cifre reali delle vittime dell’esercito nelle operazioni del Donbass nelle ultime due settimane: oltre 1100 caduti. 

Photo Credit © AFP 2015/ OLEKSANDR STASHEVSKIY

Ormai in Ucraina si tratta di una guerra civile a tutti gli effetti, lo sanno bene le due parti in causa che infatti hanno ripreso i combattimenti mai realmente cessati dopo gli accordi di settembre in quel di Minsk. Il Donbass, ovvero le regioni a Levante dell’Ucraina, è insorto contro Kiev e il governo ultranazionalista ucraino figlio della rivolta del Maidan ha risposto solo militarmente, trattando cioè la dissidenza come terrorismo e negando il diritto stesso a pensarla diversamente di intere regioni dal momento che il governo Yanukovich non è certo stato rovesciato in modo pacifico e democratico. Nell’ultima settimana Kiev ha lanciato una grande offensiva militare in tutto il Donbass e l’esercito della DPR ha risposto sul campo ottenendo significative vittorie, vedi la conquista dell’aeroporto di Donetsk, e infliggendo al nemico perdite molto pesanti. Secondo @SputnikNews infatti, il collettivo di hacker “CyberBerkut” avrebbe nelle ultime due settimane ucciso qualcosa come 1100 soldati ucraini e distrutto più di un centinaio di carri armati e veicoli militari. Kiev ha cercato in tutti i modi di tenere nascoste le cifre della disfatta, cifre che parlano di un esercito privo di disciplina e che ha subito numerose defezioni. Gli hacker avrebbero violato un computer del Giudice avvocato generale ucraino, prendendo possesso di un gran numero di documenti classificati. Secondo questo riferito quindi Kiev cercherebbe in tutti i modi di minimizzare i danni in modo da non rendere pubbliche le proporzioni della disfatta per paura forse che il morale delle truppe al fronte si abbassi ulteriormente. Lo Sbu, ovvero i servizi segreti ucraini, finora hanno ufficialmente vietato al ministro della Difesa di rivelare l’esatto numero di soldati ucraini rimasti uccisi in quelle che a Kiev chiamano “azioni anti-terroristiche”. Tutto questo avviene mentre Poroschenko, il presidente ucraino, sembra voler proseguire sulla strada folle della guerra richiamando alle armi altre 45.000 persone entro giugno. Tutto questo avviene mentre secondo alcune voci diversi gruppi di cittadini ucraini in età di arruolamento starebbero lasciando il Paese per raggiungere la Russia in modo da evitare di essere inviati al fronte come carne da cannone. Sempre il collettivo di hacker nei giorni scorsi aveva dichiarato di aver violato altri pc di Kiev contenenti le prove che l’attentato all’autobus di Donetsk sarebbe avvenuto proprio per mano di Kiev e non per mano dei separatisti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top