Un appello per dire "No" alla chiusura dell’Archivio LukacsTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Un appello per dire “No” alla chiusura dell’Archivio Lukacs

La notizia arriva dall’Ungheria ed è preoccupante in quanto parla del pericolo di chiusura dell’Archivio György Lukács di Budapest. Il problema è stato sollevato da un articolo di Miklòs Gabòr scritto per la testata ungherese Népszabadsàg. 

L’archivio di uno dei più importanti filosofi marxisti di sempre, György Lukács, è in pericolo.La decisione dello spostamento imminente di tutti i materiali e dello scorporo del fondo sembra ormai essere cosa fatta anche se per fortuna in tanti si stanno mobilitando per provare a contrastare tale decisione. In Italia esiste un bel blog dedicato a Lukàcs: gyorgylukacs.wordpress.com dove sono state pubblicate alcune mail per provare a fare luce sulla vicenda. L’Archivio del filosofo venne fondato nel 1972, meno di un anno dopo la sua morte, con l’obiettivo di conservare la memoria dei suoi scritti, la sua biblioteca e molto altro. Anche per questo l’archivio divenne un punto di riferimento vero e proprio di primaria importanza a livello mondiale, di conseguenza appare un vero e proprio abominio quanto deciso dalle autorità ungheresi che potrebbero quindi dissipare il pensiero e gli scritti del grande filosofo.

cropped-luka2

Non solo, la chiusura dell’archivio determinerebbe anche un ulteriore rimozione di un pensiero, quello marxista e quello critico in generale, che evidentemente si ritiene scomodo. Per scongiurare la vergogna, il che vorrebbe dire mandare al macero tonnellate di carte preziose, è stato preparato un appello rivolto al professor László Lovász, attuale presidente dell’Accademia Ungherese delle Scienze. Qui sotto abbiamo deciso di pubblicare l’appello che è stato diffuso tramite web tramite diversi siti:

Per favore, inviare adesioni a: lukacsarchiv.petition@gmail.com

Al sig. Presidente dell’Accademia Ungherese delle Scienze,

Prof. Dr. László Lovász.

6 marzo 2016

Pregiatissmo direttore,

i firmatari di questo appello esprimono la loro preoccupazione per la decisione presa dall’Istituto di Filosofia dell’Accademia Ungherese delle Scienze di chiudere l’Archivio Lukács a Budapest.

György Lukács è uno dei filosofi più importanti del XX secolo, intellettuale preminente negli ambiti della filosofia, del pensiero politico, della teoria e della critica letteraria, della sociologia e dell’etica, uno dei maggiori saggisti della Modernità. Figura internazionalmente riconosciuta, Lukács è uno dei punti più alti nella storia della ricca cultura ungherese, autore di una serie di opere che sono patrimonio vivo dell’umanità.

L’Archivio Lukács non soltanto ha reso possibile, durante decenni, che un ampio pubblico accademico ed extra-accademico accedesse alla documentazione centrale sulla vita e l’opera del filosofo, ma inoltre ha funzionato come luogo storico, in quanto ospitato nella casa in cui il filosofo visse gli ultimi anni della sua vita; spazio di ricordo di una delle figure più affascinanti della nostra era.

Per quanto detto vogliamo sollecitare, le autorità competenti, che rivedano questa decisione che è stata ricevuta con turbamento e tristezza dalla comunità scientifica e artistica internazionale.

Avendo fiducia nella comprensione e sensatezza nelle autorità competenti, Le salutiamo con rispetto

Fonte: https://gyorgylukacs.wordpress.com/2016/03/07/petizione-per-larchivio-lukacs/

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top