Un concerto per l'ospedale "Regina Margherita"Tribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Un concerto per l’ospedale “Regina Margherita”

Un concerto per l’ospedale “Regina Margherita”

Domenica tredici ottobre si è tenuto il concerto di beneficenza a favore dei bambini dell’ospedale torinese “Regina Margherita” presso il circolo “Giovanni Rolle” di Moncalieri. Per noi ragazzi di Pensiero Libero è stato uno dei primi eventi con il quale abbiamo inaugurato il nuovo anno di attività dell’associazione.

Fin dall’inizio, da quando ci è stata fatta la proposta, siamo stati entusiasti di collaborare con Alessio Nazzaro (titolare del circolo) a questo evento di solidarietà. In tutto si sono esibiti tre gruppi, un solista e un dj. Iniziato alle 15.30 con il gruppo X-Note che ha suonato pezzi storici del Liga e di Vasco (il quale per altro quest’anno è giusto andato a far visita ai bimbi del Regina prima delle sue esibizioni all’Olimpico), si è poi passati al secondo gruppo i Theex anch’esso esibitosi con cover di artisti italiani, tra cui ,oltre ai già citati, Nada con Amore disperato nonostante un problemino di voce del cantante. Dopo di ché si esibito il giovanissimo dj Simone il quale ha ceduto il posto al solista Marco che ci ha intrattenuto con pezzi propri. E per finire si sono esibiti i The Sound Makers, giovani rocker che hanno suonato tra gli altri le cover dei Red Hot Chilli Peppers.

Abbiamo passato una bella giornata all’insegna di musica e divertimento, e tutto questo è stato fatto con un solo obiettivo: raccogliere fondi per dei bambini che, specialmente in questo periodo in cui non sembrano essere disponibili erogazioni finanziare nei confronti degli ospedali, degli enti sanitari e della sanità in genere, sono costretti a vedersi privati di materiali, strumenti, oggetti volti a migliorare le loro condizioni di salute e talvolta privati semplicemente di piccole cose che possono essere utili per rendergli più facile e per certi versi più serena, la degenza, la convalescenza, la permanenza in un ospedale. Come sottolineato dal presidente Alessio Di Lorenzo, partecipare ad un evento di tale importanza è doveroso perché ciascuno dei bambini che si trova lì, in un futuro che non è neanche più così lontano, potrebbe essere il figlio di uno di noi, e chi non vorrebbe il meglio per il proprio figlio? Un’affermazione che ha voluto colpire, indirettamente, chi quel giorno non è voluto entrare perché dieci euro da donare sembravano troppi.
Nel complesso, però, ci sentiamo soddisfatti della giornata e anche se poco, qualcosa l’abbiamo comunque “raccolto” e con i soldi ottenuti provvederemo insieme ad Alessio Nazzaro, il quale, insieme al suo staff, viene ancora una volta ringraziato per l’opportunità che ci ha concesso, a comprare ciò che ci verrà richiesto dal personale del Regina Margherita incaricato. Un ultimo ringraziamento va ancora agli artisti che si sono resi disponibili domenica, senza i quali tutto ciò non sarebbe stato possibile.

Pensiero Libero

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top