Un fascismo, tanti fascismi?Tribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Un fascismo, tanti fascismi?

Gli ultimi giorni sono stati particolarmente preoccupanti per le istituzioni e la democrazia nel nostro Paese. Al centro delle polemiche le accuse di fascismo incrociate che si lanciano un pò tutti i partiti presenti in Parlamento, ma chi è senza peccato, scagli la prima pietra.

E’ facile direte fuori porsi al di fuori e criticare tutti, ce ne rendiamo perfettamente conto. Chi vi scrive però, che è comunista e non si vergogna assolutamente ad ammetterlo, è tra i pochi a non sentirsi a disagio a farlo dal momento che i valori e le idee nei quali mi riconosco sono da tempo minoritari e sono stati espulsi dal tavolo della politica che conta, e non casualmente. Guardando da fuori quanto successo in Parlamento, senza fare il tifo per questo o per quello, e credetemi che scegliere tra Renzi e Grillo è davvero impossibile, lo spettacolo cui abbiamo assistito è stato per certi versi ributtante. Non si è salvato nessuno, ognuno ha contribuito in qualche modo ad aumentare lo sdegno e il discredito nei confronti delle istituzioni, e sta peraltro continuando a farlo dal momento che nessuno si assume le proprie responsabilità accusando di fascismo qualcun’altro. Dobbiamo far finta di dire che non ci ricorda il fascismo il modo di fare politica di Grillo? Dobbiamo far finta che nell’invocare l’assalto al Parlamento non ci sia l’eco delle parole mussoliniane del “bivacco per i manipoli?” Facciamo finta se volete, così come possiamo fare finta che la tagliola utilizzata dalla Boldrini sia normale, così come possiamo fare finta che sia normale cantare “Bella ciao” festeggiando la regalia di sette miliardi di euro alle banche private. Possiamo far finta di fare tutto ciò, anche far finta di non vedere il blog di Grillo che prende di mira i personaggi incanalando la rabbia dei militanti dal web. Anzi possiamo anche far finta che non ci sia niente di male nell’incitare i cittadini a lanciare attacchi via web e possiamo anche far finta che non abbia il sapore dello squadrismo il lanciarsi contro qualcuno. La sinistra un tempo l’opposizione riusciva a farla bene almeno, anzi il Pci, senza mai governare ma facendo opposizione nelle piazze e in Parlamento in modo intelligente. Forse tanto il Pd quanto il Movimento Cinque Stelle dovrebbero entrambi riconoscere la propria inadeguatezza, dovrebbero entrambi guardare alle porcherie fatte da ciascuno prima di accusarsi a vicenda. Forse gli italiani dovrebbero vedere la differenza tra l’opposizione alla Cinque Stelle fatta tra minacce, ostruzionismi, libri bruciati (Augias), e quella di un tempo, quando migliaia di lavoratori scendevano in piazza, scioperavano, e ottenevano grandi risultati. Perchè Grillo sembra sempre di più un medico che azzecca la diagnosi ma che propone cure che peggiorerebbero la malattia, e il Movimento ci sembra sempre di più niente altro che un altro attore tra i tanti di una politica che non serve più a prendere decisioni. E mentre tutti vedono il “fascismo” degli altri, nessuno vede il proprio, col risultato che ormai, forse, ne sono già permeati, un pò come le profezie auto-avveranti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top