Una mensa contro i tagli per rilanciare il diritto allo studioTribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Una mensa contro i tagli per rilanciare il diritto allo studio

Continua l’occupazione da parte degli studenti della mensa universitaria di via Principe Amedeo a Torino per protestare contro i tagli indiscriminati al diritto allo studio.

Tagli, tagli e ancora tagli. Gli studenti piemontesi sono allo stremo motivo per cui venerdì scorso hanno deciso di occupare la mensa universitaria di via Principe Amedeoa Torino rilanciando lo slogan: “Abbiamo fame di diritti”. E non vogliono mollare dal momento chela mensa in questione è stata chiusa già a maggio e da allora è rimasta vuota e inutilizzata. Motivo per cui gli studenti torinesi hanno deciso di lanciare un messaggio preciso, combattendo contro i tagli a colpi di pranzi e tavole imbandite. Andrea Gozzellino, portavoce di Studenti Indipendenti, ha spiegato a “La Stampa” la situazione: “Siamo qui perché questa mensa è chiusa da maggio, se non avessimo fatto nulla sarebbe rimasta vuota fino a settembre del prossimo anno. Questa è l’unica mensa universitaria nel centro città, le altre sono in Lungo Dora e via Galliari: è assurdo lasciare questo spazio inutilizzato per così tanto tempo“. Si tratta di studenti dell’università e del Politecnico che hanno deciso di indossare grembiuli e guanti da cucina per realizzare pranzi e ceni a prezzi proletari (2 euro e cinquanta per un pasto completo). E giovedì prossimo ci sarà il costituzionalista torinese Ugo Mattei che ha accettato di incontrare gli studenti per solidarizzare con la lotta per il diritto allo studio.I ragazzi vogliono ottenere una risposta chiara dalle istituzioni e dalla Regione di Cota per capire finalmente quali sono le intenzioni delle istituzioni nei confronti del diritto allo studio dopo l’approvazione del bilancio regionale. Ma gli studenti sono sul piede di guerra anche per il nodo della rappresentanza studentesca nell’Edisu dal momento che prima della riforma anche gli studenti potevano entrare nel consiglio di amministrazione mentre ora non si capisce se sarà ancora possibile o meno.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/dustpuppy/221366886/”>dustpuppy</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top