Unasur chiede l'eliminazione delle basi Usa dall'America LatinaTribuno del Popolo
sabato , 23 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Unasur chiede l’eliminazione delle basi Usa dall’America Latina

Con una mossa che si preannuncia storica il  segretario generale dell’Unione delle Nazioni Sud-americane (Unasur), Ernesto Samper, ha proposto l’eliminazione delle basi degli Stati Uniti in America Latina. Un chiaro segnale del fallimento totale della politica americana in Sudamerica.

Le basi militari statunitensi in America Latina sono ormai viste come un retaggio dei tempi passati della Guerra Fredda, questo è quello che è emerso dalle dichiarazioni del segretario dell’Unasur, Ernesto Samper, che ai microfoni di TeleSur ha spiegato di voler procedere con la proposta dell’eliminazione delle basi americane ancora presenti in America Latina. A questo proposito Samper ha parlato di quello che sarà uno degli odg del prossimo Vertice delle Americhe che si terrà in quel di Panama il 10 e l’11 aprile: “Un buon punto della nuova agenda di relazioni (tra USA ed America Latina) sarebbe che non ci siano basi militari nordamericane in America del Sud”. Insomma una posizione molto forte, rafforzata anche dalla presa di posizione di Samper sule sanzioni unilaterali degli Usa decise contro il Venezuela di Maduro, e in questo senso ha dichiarato di considerare il summit di Panama come una occasione per rivedere le relazioni degli Stati Uniti con il continente sudamericano:  “In un mondo globalizzato come l’attuale, uno non può chiedere regole del gioco globali per l’economia e mantenersi unilaterale nella politica”. Poi Samper ha anche detto: “Nessun paese ha il diritto di giudicare la condotta dell’altro, né moltissimo meno ad imporle sanzioni o punizioni per proprio conto”, condannando anche il fatto che  “un paese che non è entrato formalmente nel sistema interamericano dei diritti umani si arroghi il diritto di dare giudizi”, un chiaro riferimento alla politica adottata dalla Casa Bianca nei confronti del Sudamerica. Insomma una vera e propria presa di posizione contro l’atteggiamento egoistico di Washington che da sempre tende ad affrontare solo i temi che gli stanno a cuore, eludendone altri come l’ecosistema, i diritti umani e l’equità di genere, che invece alla Casa Bianca non interessano minimamente. Difficile che alle parole di Samper seguiranno i fatti ma quello che è certo è che l’America Latina sembra aver deciso in modo netto di recidere ogni legame con gli Stati Uniti, e Obama e soci dovranno prima o dopo prenderne atto.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top