Un’oasi in un deserto di cementoTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Un’oasi in un deserto di cemento

L’Oasi di Macchiagrande è un patrimonionaturalistico di tutti, a pochi chilometri da Roma. Itinerando ,è un progetto dell’Associazione Programma Natura, che lotta per valorizzare il territorio e promuovere nuove attività nella Riserva del Litorale Romano. 

Fonte: Oltremedianews

Uscire dal deserto di cemento della città. Lasciarsi alle spalle orde di automobilisti con le loro imprescindibili scatole di metallo. Per ritrovarsi immersi in un tesoro naturale, da una sensazione di sollievo impareggiabile. Soprattutto se questo si trova a debita, anche se mai sufficiente, distanza dall’abusivismo edilizio che ha devastato il litorale laziale. Si ha la netta sensazione di vedere un miraggio, una rarità. Come un’oasi in un deserto dopo giorni in una mortale morsa d’arsura.

L’Oasi di Macchiagrande, con quella di Vasche di Maccarese e della foce dell’Arrone, costituiscono un patrimonio unico, e di tutti.

L’Associazione Naturalistica Programma Natura, da tempo si occupa della gestione delle tre oasi del WWF della Riserva Litorale Romano. E da poco ha dato vita ad un nuovo progetto Itinerando. “Obiettivo del progetto – spiegano Manola Crocetta e Federica Landi referenti dell’iniziativa- è quello di promuovere itinerari naturalistici, archeologici e storici a favore di un pubblico ampio: bambini, famiglie, adulti, interessati a conoscere le realtà più e meno note del territorio, con un’attenzione particolare all’esperienza naturalistica come crocevia di culture: scientifica, archeologica, gastronomica, storica, geografica”.

“Itinerando – dichiara Riccardo Di Giuseppe, Presidente di Programma Natura – è un prodotto a cui lavoriamo da circa un anno; finalmente con Itinerando esiste sul nostro territorio uno strumento concreto per la valorizzazione delle bellezze naturalistiche, storiche e culturali presenti. Diventa allora opportunità di divertimento e conoscenza aperta a tutti, dove sonocoinvolti un gruppo di giovani motivati e convinti della valenza sociale della divulgazione. Questo progetto nasce con la speranza di allargare sempre di più la rete di collegamenti tra le varie realtà presenti nel Lazio, per poter valorizzare tutte le particolarità del nostro territorio”. La ricchezza di questi luoghi è unica, soprattutto con riguardo al contesto in cui si trovano. L’importanza di preservare il territorio in cui tutti viviamo è un aspetto da non trascurare, che spesso è dato per scontato. Senza l’ostinatezza di alcuni, un luogo come l’oasi di Macchiagrande sarebbe potuto essere uno dei tanti altri lasciati all’abbandono ed alla sporcizia. O ancora peggio annientati da colate di cemento.

E’ curioso vedere come uscendo dal cancello di Macchiagrande, separato da una lingua di asfalto, ci sia un bosco dalla vegetazione simile assalito dall’immondizia. In Italia, questo lo sappiamo, l’educazione al rispetto dell’ambiente e della natura è del tutto carente. Progetti come quello di Itinerando, alimentano la speranza che in futuro si possa dar vita ad una cultura diversa. In cui i beni pubblici e di tutti, come la natura e molti altri, siano più importanti dei beni privati. E siano quindi apprezzati e difesi con la stessa tenacia.

E’ curioso vedere come uscendo dal cancello di Macchiagrande, separato da una lingua di asfalto, ci sia un bosco dalla vegetazione simile assalito dall’immondizia.
In Italia, questo lo sappiamo, l’educazione al rispetto dell’ambiente e della natura è del tutto carente. Progetti come quello di Itinerando, alimentano la speranza che in futuro si possa dar vita ad una cultura diversa. In cui i beni pubblici e di tutti, come la natura e molti altri, siano più importanti dei beni privati. E siano quindi apprezzati e difesi con la stessa tenacia.
Giulio Morucci

Per ulteriori Informazioni visita:

www.programmanatura.it

www.itinerandonatura.it

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top