Usa. Armi in classe, this is Texas babyTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa. Armi in classe, this is Texas baby

Con una decisione controversa, ma nemmeno così imprevedibile, il preside dell’Università del Texas di Austin, ha fatto sapere che gli oltre 50.000 studenti potranno portare con sè le loro armi anche in classe. La vera domanda che bisognerebbe porsi in Europa è quale senso abbia assumere come guida morale un paese del genere..

Armi in classe. Sembra una barzelletta ma non lo è, il preside dell’Università del Texas di Austin, tale Greg Fenves, ha reso noto che a partire dal prossimo anno accademico gli oltre 50.000 studenti che frequentano l’ateneo saranno liberi di portare le loro armi in aula. Tale misura è stata adottata a causa dell’approvazione di un pacchetto di misure proposto dalla maggioranza repubblicana che governa il Texas, ed entrerà in vigore a partire dal mese di agosto 2016, permettendo quindi che i cittadini possano portare con sè armi in tutti gli edifici pubblici. Per la verità il preside Fenves ha subito questa decisione e infatti ha affermato di non essere d’accordo, ribadendo di non aver avuto scelta e di aver dovuto adottare per forza il provvedimento trattandosi di una università pubblica. Al contrario gli istituti privati potranno scegliere caso per caso se applicare o meno la norma, ma la questione è se può ritenersi civile una norma che permette agli studenti e ai docenti di girare liberamente in università con fucili e pistole. Secondo la legge infatti gli studenti dovranno e potranno portare sempre con sè pistole e fucili “avendo però cura di tenerli ben nascosti e in custodie che ne blocchino il grilletto” (Il Fatto). Chiaramente ognuno può essere libero di fare quello che vuole in casa propria, ma allora non si comprende come mai l’Europa si ostini a vedere negli Stati Uniti un modello dal momento che sotto quasi tutti i punti di vista la sensazione è dovrebbero essere gli americani a prendere spunto dal Vecchio Continente piuttosto che il contrario. Esiste ormai una contraddizione gigantesca con i media che  pongono gli Usa come riferimento di democrazia e libertà a livello globale mentre tutti i giorni arrivano notizie di abusi, sparatorie, stragi e di brutalità commesse dalla polizia.

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top