Usa e Gran Bretagna potrebbero trarre vantaggio nel mettere l'Ue contro la Russia?Tribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa e Gran Bretagna potrebbero trarre vantaggio nel mettere l’Ue contro la Russia?

Londra avrebbe un obiettivo molto preciso circa il suo futuro geopolitico: mettere l’Ue contro la Russia per indebolire entrambi. Il timore britannico è infatti immutato nel tempo, ovvero che Russia ed Europa decidano di allearsi piuttosto che combattersi, creando una potenza economica e militare. 

Il timore britannico è sempre lo stesso, immutato nei secoli, ovvero che Europa e Russia possano stringere una alleanza che li renderebbe una assoluta potenza mondiale. Per evitare questa eventualità Londra, che da sempre non si ritiene propriamente europea ma semmai a cavallo tra Europa e Atlantico e i cui legami con gli Stati Uniti prevalgono storicamente con quelli con il continente, avrebbe l’intenzione di mettere l’Ue contro la Russia, con il risultato di indebolire entrambe. Del resto l’Europa ha da sempre avuto legami culturali ed economici molto intensi con Mosca, legami che sono stati allentati in modo artefatto con la Guerra Fredda e che erano stati velocemente riannodati. Oggi però si cerca di rompere ogni legame tra Ue e Russia, esattamente quello che Londra e Washington vorrebbero. Di conseguenza la Nato, organizzazione militare nata per arginare il comunismo, dopo la caduta dello stesso si è rivelata essere una alleanza militare di contenimento proprio della Russia. Difficile dire in che modo sia avvenuta questa mutazione, ma sembra che più che garantire la pace sia in realtà una organizzazione volta a perseguire gli interessi geopolitici di una delle parti. Molti analisti raccontano proprio che il timore maggiore per l’Occidente atlantista sia esattamente l’alleanza continentale Europa-Asia, che sostanzialmente sarebbe molto sfavorevole per gli interessi di Stati Uniti e Gran Bretagna. Coerentemente da anni infatti Londra e Washington portano avanti l’idea di preservare la propria egemonia globale con ogni mezzo, e di conseguenza ricreare “in vitro” la conflittualità tra Europa e Russia, anche se ormai deprivata di contenuti ideologici, rappresenta proprio un modo per fare ciò. Del resto proprio gli Stati Uniti hanno deciso di infiammare il Medio Oriente e secondo molti l’eliminazione di Gheddafi era il modo con il quale qualcuno ha voluto “togliere il tappo” per indebolire l’Europa e impedirle di formare un blocco autonomo e indipendente. La debolezza economica, strategica e morale dell’Europa la pone quindi in modo subalterno nei confronti degli Stati Uniti, che possono in questo modo continuare a dettare l’agenda in politica estera.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top