Usa. Kerry promette nuove sanzioni per "aggravare l'economia russa"Tribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa. Kerry promette nuove sanzioni per “aggravare l’economia russa”

Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha rilasciato una dichiarazione secondo cui la Casa Bianca continuerà con le sanzioni nei confronti della Russia con l’intento di aggiungere “guai alla già compromessa economia della Russia”. Insomma una chiara dichiarazione di ostilità totale nei confronti di Mosca da parte degli Stati Uniti che non fa che aumentare la tensione a margine della crisi in Ucraina. 

Un tempo le guerre si facevano con le armi, gli eserciti e i soldati; oggi questo tipo di guerra, purtroppo, è rimasto, ma si sta sviluppando un altro tipo di guerra, forse meno violenta ma sicuramente altrettanto subdola ed efficace. Stiamo parlando della guerra di sanzioni, ovvero quella che l’Occidente già ha dichiarato nei confronti della Russia da quando Mosca ha deciso di non lasciar fare agli Stati Uniti e al governo golpista del Maidan in Ucraina. E dopo che l’esercito ucraino appare in difficoltà in Ucraina a seguito della rotta di Debaltseve, ecco che John Kerry, segretario di Stato americano, ha pensato bene di buttare benzina sul fuoco rilasciando nuove dichiarazioni che potrebbero ulteriormente aggravare il confronto con il Cremlino. Nel corso di una conferenza stampa a Londra al termine dell’incontro con il suo omologo britannico Hammond, Kerry ha parlato apertamente della Russia, e lo ha fatto con toni niente affatto concilianti: “Nei prossimi giorni il presidente Obama valuterà le scelte che si trova davanti e prenderà una decisione. Confido che alcuni passi ulteriori saranno presi relativamente alla rottura del coprifuoco“, ha detto alludendo alla rottura del cessate il fuoco in Ucraina di cui ovviamente Mosca è ritenuta l’unica responsabile. Ma Kerry è andato ancora oltre, promettendo sanzioni più dure nei confronti della Russia: “Se si prosegue così, in questo modo vi saranno altre conseguenze che aggiungeranno guai alla già compromessa economia della Russia”. Dunque si potrebbe dire che la guerra tra Usa e Russia sia già in atto dal momento che l’intento della Casa Bianca non è quello di intimidire o dissuadere ma proprio quello di distruggere l’avversario economicamente portandolo al collasso. Quello che però alla Casa Bianca non capiscono è che aggredendo in questo modo la Russia si rischia di ottenere l’effetto contrario, ovvero che un intero popolo si veda sotto assedio e decida di stringersi intorno a Vladimir Putin, uomo che nel bene e nel male almeno ha avuto il coraggio di non cedere ai desiderata di Washington.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/78557833@N04/12242297974″>Friday: Munich Security Conference 2014 #MSC50</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>(license)</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top