Usa. Via libera ad altre armi da vendere all'Arabia Saudita | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 20 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa. Via libera ad altre armi da vendere all’Arabia Saudita

 Mentre l’Onu è sempre pronta ad accusare tutti i governi invisi a Washington di nefandezze e violazioni dei diritti umani regna un silenzio tombale quando si tratta di parlare della vendita di armi all’Arabia Saudita. Secondo Reuters gli usa avrebbero deciso di vendere oltre un miliardo di dollari ai sauditi, che stanno portando avanti una guerra in Yemen da anni. 

Secondo Reuters

Sulla carta non ci sarebbe nulla di sorprendente non fosse che gli Stati Uniti si trovano sempre in prima fila nel condannare determinati paesi accusarti di violazioni di diritti umani, vedi la Siria di Assad, mentre rimangono insolitamente quando non colpevolmente silenti quando si tratta di tirare le orecchie a stati amici come quello saudita. Pochi sanno che l’Arabia Saudita porta avanti da ormai un anno una guerra in Yemen contro i ribelli sciiti Houthi che ha già provocato più di 10.000 morti, tra cui molti civili, eppure sembra quasi che le bombe saudite vadano bene. Anzi, il Senato americano intende vendere tonnellate di armi ai sauditi come ha confermato il voto: 71 a favore e 27 contro. Insomma Washington al posto che prendere le distanze dal regime saudita ha pensato bene di rinsaldare i legami di ferro e di confermare l’alleanza militare preferenziale con Riad. “Migliaia di civili sono stati uccisi e gruppi terroristici nel paese (Yemen) e al-Qaeda stanno diventando più forti. Gli Stati Uniti deve sospendere le vendite di nuove armi per cambiare il comportamento saudita“, ha dichiarato il senatore Chris Murphy, uno di coloro che ha provato a fermare questa operazione, nel corso del suo intervento.

Questa notizia, di per sè normalissima, dovrebbe far riflettere sul Doppio Standard da sempre utilizzato dagli Usa nella loro politica estera: cecità completa nei confronti degli abusi degli amici e pignoleria, interventismo e aggressività quando si tratta di rapportarsi con paesi considerati “nemici”.

Tribuno del Popolo

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top