Usa-Russia allo scontro totale sul caso UcrainaTribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa-Russia allo scontro totale sul caso Ucraina

Putin ha ordinato alle forze armate russe impegnate nelle esercitazioni di tornare nelle basi e per tutta risposta la Casa Bianca ha deciso di congelare ogni forma di cooperazione militare con Mosca. Il Cremlino ha risposto che se gli Usa introdurranno sanzioni contro la Russia, di conseguenza Mosca abbandonerà il dollaro per altre valute e il proprio sistema di calcolo. 

La giornata sembrava promettere bene dal momento che Putin ha ordinato il rientro delle truppe russe impegnate nelle esercitazioni al confine con l’Ucraina di rientrare nelle rispettive basi permanenti. Una misura che poteva preludere a una possibile distensione ma che si scontra con il tremendo nervosismo degli Stati Uniti che hanno istericamente deciso di congelare ogni forma di cooperazione con Mosca proprio alla luce dei recenti eventi a Kiev. Ad annunciarlo lo stesso Pentagono che ha voluto chiarire come la sospensione riguardi anche esercitazioni, incontri bilaterali e persino conferenze. Washington inoltre ha anche bloccato tutti i colloqui in materia di scambi bilaterali e di investimenti con Mosca, come reso noto dall’Ufficio per il Commercio Estero. Misure del tutto arbitrarie prese dalla Casa Bianca probabilmente solo per provocare e lanciare un messaggio preciso al mondo, ovvero che nessuno può sfidare il predominio mondiale degli Stati Uniti. Mosca comunque ha risposto in modo molto chiaro alle minacce americane annunciando che se gli Usa introdurranno sanzioni contro Mosca, la Russia lascerà il dollaro per altre valuto e creare il proprio sistema di calcolo e pagamenti , come riferito dal  consigliere economico del Cremlino Serghiei Glaziev, citato da Ria Novosti. Insomma gli Stati Uniti dimostrano di essere sempre più un attore destabilizzante nel contesto internazionale dal momento che Washington, imponendo sanzioni e ponendosi come giudice mondiale, non fa  in realtà che accrescere la contrapposizione globale. Così gli Stati Uniti possono fare la morale alla Russia forti dell’apparato mediatico che li supporta, semplicemente fingendo che le invasioni di Afghanistan, Iraq, Libia, Siria (solo per citare la storia recente) non siano mai accadute. Appare chiaro che con questo modus operandi già visto in azione in Siria, gli Usa siano un fattore destabilizzante nelle relazioni internazionali. Non solo, gli Usa sembrano anche miopi perchè non vedono che rompendo con Mosca spingeranno inevitabilmente il Cremlino nelle braccia di Pechino, approfondendo così una spaccatura tra Usa-Ue da una parte, e Brics dall’altra, che promette sorprese nell’immediato futuro. 

Foto: Lettera43

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top