Usa. Torna la paura di Al Qaeda, chiuse le ambasciate in Medio OrienteTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Usa. Torna la paura di Al Qaeda, chiuse le ambasciate in Medio Oriente

Il giorno del compleanno di Obama e del giuramento del presidente Rohwani in Iran, il Dipartimento di Stato americano ha sospeso ogni attività nelle sedi diplomatiche americane tra Asia, Africa e Medio Oriente. La paura è che Al Qaeda realizzi attentati nelle prossime ore.

photo Credit

Gli Stati Uniti hanno paura. Come dare loro torto del resto dopo che, per aver snobbato o sottovalutato il pericolo dell’estremismo islamico, l’11 settembre scorso l’ambasciata americana di Bengasi in Libia venne assaltata e l’ambasciatore americano assassinato. Anche per questo la Casa Bianca ha deciso di prevenire per evitare altre brutte sorprese e ha deciso di chiudere decine di ambasciate in tutto il Medio Oriente, in Nord Africa e nell’Asia centromeridionale. Le sedi diplomatiche rimarranno chiuse a causa di minacce terroristiche ritenute “credibili e gravi”.Così un alto ufficiale del Dipartimento di Stato, parlando in forma anonima ai media Usa ha spiegato le ragioni che hanno spinto l’amministrazione Obama a sospendere domenica le attività le sedi diplomatiche. L’allerta sarà estesa anche a tutti i turisti americani e rimarrà valida fino al 31 agosto.I funzionari, scrive Nbc News, sostengono che la minaccia sia legata ad al-Qaeda e che riguarderebbe le sedi oltremare, ma non quelle interne agli Usa. Si tratta di una misura, ha precisato la portavoce del dipartimento di Stato americano Marie Harf, che gli Stati Uniti hanno deciso a seguito di alcune “informazioni”, ma in via del tutto precauzionale, per “abbondanza di cautela”. Secondo recenti informazioni al Qaeda e organizzazioni affiliate stanno programmando attentati, e potrebbero concentrare i loro sforzi nel periodo che va da oggi alla fine di agosto”, ha spiegato un comunicato del Dipartimento. Ma cosa succederà domenica? Domenica ci sarà il 52esimo compleanno del presidente Obama, ma anche il giorno in cui giurerà il nuovo presidente dell’Iran, Hassan Rowhani. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top