Venezuela. Aperta inchiesta per provare cospirazione dietro la morte di Chavez | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Venezuela. Aperta inchiesta per provare cospirazione dietro la morte di Chavez

Come aveva annunciato Maduro poche ore prima della morte di Chàvez, il governo di Caracas ha ufficialmente aperto un’inchiesta per provare i sospetti di cospirazione dietro il cancro che ha colpito l’ex leader bolivariano. 

chavez1229

Il Venezuela ha annunciato di voler formalmente investigare riguardo ai sospetti sulla morte di Hugo Chavez, ammalato di cancro pelvico e deceduto la scorsa settimana tra i sospetti. Proprio il suo successore, Maduro, aveva accusato gli Stati Uniti di aver assassinato Chavez in modo analogo a Yasser Arafat, e ora il governo di Caracas sembra essere disposto a trovare le prove per confermare queste accuse. All’indagine parteciperanno anche alcuni scienziati stranieri, invitati a formare una commissione per investigare sulla morte dell’ex leader bolivariano. “Noi cercheremo la verità”, ha detto alla Reuters Maduro, che ha parlato lunedì anche alla tv di Stato Telesur: “Noi abbiamo l’intuizione che il nostro Comandante, Chavez, sia stato avvelenato dalle forze oscure che lo volevano fuori dai giochi“. Maduro ha anche detto che sarebbe ancora troppo presto per determinare l’esatta causa del cancro che è stato scoperto nella zona pelvica di Chavez nel luglio 2011, e soprattutto ha ricordato come gli Stati Uniti dispongano di laboratori dove sono state in passato sperimentate malattie in laboratorio. “Ha avuto un cancro che ha rotto qualsiasi schema”, ha detto Maduro alle agenzie, “Tutti gli elementi lasciano pensare che qualcuno abbia attentato alla sua salute utilizzando le tecniche più avanzate. Lui ha avuto questa intuizione sin dall’inizio“. Peraltro esisterebbe anche il precedente, quello del leader palestinese Yasser Arafat, morto nel 2004 in circostanze misteriose. Nel dicembre 2011 inoltre, proprio Chavez aveva accusato gli Stati Uniti di aver infettato con il cancro i principali leader del Sudamerica, era appena stato diagnosticato un cancro alla tiroide al presidente dell’Argentina Cristina Kirchner: “Io non voglio fare accuse“, aveva detto Chavez, “Ma sarebbe strano se gli Stati Uniti avessero sviluppato una tecnologia per indurre il cancro, e nessuno lo sapesse?“. Anche Maduro ha ripreso questi dubbi nei giorni scorsi, subito dopo aver allontanato dal paese due ufficiali degli Stati Uniti accusati di spiare e destabilizzare il Paese: “Dietro tutte queste trame ci sono dei nemici del Venezuela“. L’opposizione venezuelana, come previsto, ha accusato i chavisti di aver tirato fuori la questione del complotto solo per distogliere l’attenzione dalle elezioni presidenziali che si terranno il 14 aprile.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top