Venezuela. Maduro presenta una nuova offensiva economicaTribuno del Popolo
venerdì , 22 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Venezuela. Maduro presenta una nuova offensiva economica

In un momento di difficoltà Maduro, presidente del Venezuela, ha annunciato ieri che dopo Pasqua il governo lancerà una nuova offensiva economica mirata a “bilanciare l’intera economia”. L’annuncio arriva mentre procede a piccoli passi il dialogo con l’opposizione.

Svolta in Venezuela dove si attendeva da diversi giorni un intervento del governo in risposta del difficile periodo di difficoltà economiche e sociali attraversato dal Venezuela. Nicolas Maduro, presidente del Venezuela,  ha annunciato ieri che dopo Pasqua sarà varata una “nuova offensiva economica” mirata a “bilanciare l’intera economia”. L’annuncio avviene in un momento di turbolenza, dopo oltre un mese di proteste da parte dell’opposizione di destra che hanno portato a decine di morti nel Paese e all’arresto di diversi generali accusati di cospirare per un colpo di Stato. Maduro ha cominciato da qualche settimana il dialogo con l’opposizione e ora sembra voler dimostrare di essere in grado di controllare la situazione anche dal punto di vista economico. Il prossimo martedì 22 aprile comincia la nuova offensiva economica per la produzione, il rifornimento (di beni di prima necessità che scarseggiano, ndr), i prezzi giusti” ha annunciato il capo dello Stato, che ha anche sottolineato come tale offensiva sarà di gran lunga superiore a quella della fine dell’anno scorso, quando il governo aveva imposto di abbassare i prezzi degli elettrodomestici e di altri prodotti di largo consumo dopo aver accusato i commercianti e le catene della grande distribuzione di speculare sui prezzi gonfiandoli artificiosamente fino al 1000%. A partire da febbraio la legge dei “prezzi giusti” è stata applicata in tutto il Paese per limitare i margini di profitto dei commercianti, e infatti in questo senso sono state varate sanzioni molto dure per gli speculatori. 

Questo è il fronte principale sulla strada della Rivoluzione Bolivariana per quest’anno e per quelli che verranno per avere un modello sociale di successo, un modello economico e sociale di successo di fronte al capitalismo che privatizza tutto”, ha ribadito Maduro, chiedendo anche alla popolazione di aiutare per fare fronte al sabotaggio, alla speculazione e alla guerra economica”, dal momento che la costruzione di una nuova economia “non basata sulla rendita e non dipendente” è la grande priorità del Paese. Dobbiamo produrre di più, produrre tutto, smettere di importare…crescere economicamente, costruire una nuova cultura del risparmio, superare i vizi del consumismo” ha concluso il presidente, annunciando anche un’imminente riforma fiscale. Solo il tempo potrà dire se Maduro riuscirà a rimettere sotto controllo una situazione che si era fatta negli ultimi tempi molto pericolosa. Il Venezuela è il quinto produttore mondiale di petrolio ed è chiaro che da una sua destabilizzazione potrebbero trarne vantaggio negli Stati Uniti, del resto nel 2001 il governo di Chavez dovette resistere a un vero e proprio golpe orchestrato dall’opposizione in combutta con la Casa Bianca.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/oasoea/5788259616/”>OEA – OAS</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top