Venezuela. Maduro si scaglia contro gli "antivalori" delle telenovelasTribuno del Popolo
sabato , 23 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Venezuela. Maduro si scaglia contro gli “antivalori” delle telenovelas

Nicolas Maduro, presidente del Venezuela, ha deciso di lanciare una campagna contro le telenovelas del Paese che proporrebbero ai cittadini “antivalori” e modelli sbagliati, facendo percepire criminali come “eroi” e così via.

Chiunque lo ha anche solo pensato per un istante imbattendosi in una delle tante soap che vengono trasmesse anche a casa nostra, anche se forse faticherà ad ammetterlo. Quante volte abbiamo visto film o telefilm che ci hanno proposto mafiosi, narcotrafficanti o uomini spietati come assoluti protagonisti? E soprattutto quante volte siamo finiti volenti o nolenti per simpatizzare per loro? Nicolas Maduro, presidente del Venezuela e successore di Hugo Chavez, ha voluto dire basta. Del resto Caracas è la seconda città più pericolosa del Sudamerica dopo San Pedro in Honduras con 74 omicidi ogni 100.000 abitanti nel 2013. La violenza è all’ordine del giorno in Venezuela, dove il governo cerca di porvi rimedio ormai da anni. Secondo Maduro a contribuire a creare una linfa adatta alla violenza dal punto di vista culturale ci sono anche le telenovelas, apparentemente innocenti, ma che sarebbero responsabili di proporre “antivalori” che inciterebbero la popolazione a delitti di ogni tipo. Proprio Maduro nell’ultimo mese ha accusato più volte proprio le soap di “trasformare in eroi dei criminali”. Lo scorso 6 gennaio del resto l’omicidio dell’ex Miss Venezuela Monica Spear ha sconvolto il Paese, obbligando il governo di Caracas a mettere il problema della violenza al primo posto. 

A sostenerlo è Nicolás Maduro, il presidente del Venezuela, che nell’ultimo mese ha Da quando lo scorso 6 gennaio l’uccisione dell’attrice ed ex miss Monica Spear ha obbligato il suo governo a riconoscere il problema, la “guerra contro la violenza” è stata combattuta da Maduro soprattutto a suon di slogan al punto che nel mirino, più dei criminali, sono finite le poche telenovelas ancora prodotte nel paese. Negli anni Novanta infatti in Venezuela le telenovelas erano un vero proprio fenomeno di massa nella società venezuelana, col tempo la produzione è andata scemando e nel 2013 è stata prodotta la soap attaccata da Maduro e trasmessa da Venevisión. Ironia della sorte sul finire degli anni Novanta proprio una telenovelas, “Port estas calles” aveva svelato al pubblico la corruzione dei partiti aiutando a creare quel clima di rabbia e protesta che preluse alla vittoria del chavismo. Ovviamente i suoi detrattori accusano Maduro di voler mettere sotto controllo tutta la società venezuelana, cominciando a controllare anche il piccolo schermo; da parte sua Caracas invece si difende sostenendo di voler difendere la società venezuelana da un bombardamento di “disvalori” che sarebbero responsabili di tanti danni all’interno della società.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top