Venezuela. Morales accusa gli Usa di fomentare la guerra civile per mettere le mani sul petrolioTribuno del Popolo
martedì , 17 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Venezuela. Morales accusa gli Usa di fomentare la guerra civile per mettere le mani sul petrolio

Venezuela. Morales accusa gli Usa di fomentare la guerra civile per mettere le mani sul petrolio

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha accusato apertamente gli Usa di fomentare una guerra civile in Venezuela per guadagnarsi un accesso alle risorse petrolifere del Paese. 

Ora anche Evo Morales, presidente della Bolivia, è intervenuto a gamba tesa sulla situazione in Venezuela accusando direttamente gli Stati Uniti di ingerire negli affari interni del Paese sudamericano. Washington secondo il presidente boliviano starebbe letteralmente fomentando una guerra civile per arrivare a un accesso del petrolio del Venezuela. Del resto proprio il presidente del Venezuela Maduro, aveva accusato la Casa Bianca di aver fomentato un Colpo di Stato. Morales lo ha detto davanti a oltre 3000 giovani durante il Summit giovanile dell’America Latina a Santa Cruz, accusando gli Stati Uniti di voler solamente mettere le mani sulla ricchezza del petrolio del Venezuela.

Io Credo che gli Stati Uniti stiano cercando di incitare se non un Colpo di Stato almeno una guerra civile“, ha detto Morales, “Essi sono sempre in prima fila a sponsorizzare conflitti interni così possono invaderci e prendere possesso delle nostre risorse di petrolio“.  Secondo Morales il mondo avrebbe bisogno di una gioventù anti-imperialista, anti-capitalista e anticoloniale, e ha invitato i giovani sudamericani a schierarsi tutti insieme in solidarietà del Venezuela. Morales ha comunque rassicurato che in Bolivia non ci potranno essere colpi di Stato dal momento che il governo ha espulso l’ambasciatore degli Stati Uniti Philip Goldeberg nel 2008 dopo che era stato accusato di partecipare a una cospirazione per destabilizzare il governo.

Attualmente il governo venezuelano sta dialogando con alcuni membri dell’opposizione per tentare di trovare una soluzione pacifica al conflitto. Intanto proprio Maduro ha annunciato la scorsa settimana che Caracas sta affrontando una vera e propria guerra economica e sta per lanciare una nuova offensiva per combattere il capitalismo. Il presidente venezuelano comunque ha accusato Washington di aver orchestrato la rivolta per rovesciare il suo governo; del resto già a marzo il ministro degli Esteri, Jaua, ha accusato il segretario di Stato Usa John Kerry di incitare all’assassinio e alla violenza in Venezuela.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top