Venezuela. Un bilancio dopo 16 anni di socialismoTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Venezuela. Un bilancio dopo 16 anni di socialismo

Maduro ha perso le recenti elezioni e ovviamente in tanti hanno parlato di una sconfitta gravissima per il “chavismo”. Ecco però i risultati ottenuti dal socialismo negli ultimi 16 anni che spesso tendono a scomparire dalle prime pagine dei giornali. 
Anche se il Venezuela non ha mai goduto di buona stampa, soprattutto in Occidente, negli ultimi 16 anni il socialismo ha conseguito dei risultati straordinari. Successi in ambito politico, economico e sociale che però spesso e volentieri sembrano non  interessare analisti ed osservatori di casa nostra, attenti a giudicare un paese solamente da meri dati numerici scollegati dalla realtà in cui vive la maggioranza della popolazione. Il Venezuela ad esempio è uno dei 29 paesi al Mondo ad aver raggiunto gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e la meta del Vertice sull’Alimentazione, basti pensare che tra il 1998 e il 2013 la fame nel paese sudamericano si è ridotta dal 21,10% a meno del 5%. Prima del 1998 erano almeno cinque milioni i venezuelani che soffrivano la fame contro il mezzo milione odierno, eppure nessuno tende a sottolineare questo risultato straordinario, corroborato peraltro dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha certificato l’avvenuta diminuzione in Venezuela della denutrizione di oltre il 57%. Il governo socialista venezuelano avrebbe inoltre salvato qualcosa come 1,7 milioni di vite grazie alla Missione Barrìo Adentro e ha investito 142 miliardi di dollari Misión Alimentación.
Non solo, Caracas ha aumentato tra il 1999 e il 2013 l’investimento pubblico della sanità di ben 59 volte, e ha portato il numero di medici per abitante a 1,94, divenendo così il quinto paese nella regione. Risultati straordinari sono stati conseguiti anche nella fruizione dei servizi, basti pensare che nel 1998 solo l’80% dei venezuelani aveva accesso all’acqua potabile contro il 95% di oggi. In 40 anni di governi di destra considerati “democratici e amici” dagli Stati Uniti sono stati costruiti nel territorio nazionale 5.000 centri sanitari contro i 9.000 in 16 anni del governo socialista di Chavez e Maduro. Il governo socialista inoltre è riuscito nell’impresa di dare la pensione a 2,8 milioni di venezuelani in 16 anni contro le 400.000 pensioni in 40 anni della destra. L’Unesco ha inoltre riconosciuto il Venezuela come il terzo paese del Sudamerica per numero di persone alfabetizzate. Quello che i detrattori del chavismo non dicono inoltre è che l’istruzione in Venezuela è completamente gratuita per qualcosa come dieci milioni di cittadini.

Il governo venezuelano è riuscito anche a regalare 4 milioni di computer ai cittadini venezuelani e ad aumentare per ben 30 volte il salario minimo dei lavoratori in meno di 16 anni. Caracas nel corso degli ultimi 16 anni è riuscito a nazionalizzare il Pdvsa, riuscendo così a decidere sovranamente il destino delle risorse petrolifere più grandi del pianeta. Chavez prima e Maduro poi come se non bastasse hanno firmato oltre 400 accordi strategici con la Cina. Anche per quanto riguarda la situazione abitativa Caracas ha consegnato quasi un milione di abitazioni e può inoltre fregiarsi del premio ricevuto nel 2005 dall’Unesco che certificava il Venezuela come territorio libero dall’analfabetismo. A differenza che negli Stati Uniti dove la sanità non è garantita gratis per tutti, in Venezuela il chavismo ha portato l’82,4% degli abitanti ad essere assistito gratuitamente dal Sistema Sanitario Pubblico Nazionale. La mortalità infantile  negli ultimi 16 anni, dati alla mano,si è ridotta dal 25 per 1.000 (1990) a solo il 13 per 1.000 (2010). Il socialismo venezuelano ha anche portato alla creazione di 915 Infocentri per l’alfabetizzazione tecnologica e alle cure gratuite per i 61.000 malati di AIDS.
Tutto questo dovrebbe se non altro permettere di  osservare con maggiore oggettività al Venezuela che viene presentato come in ginocchio dalla stampa occidentale ma che ha, coraggiosamente, cercato di costruire e portare avanti una società alternativa.
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top