Vicenza. Per tre soldati americani nessun processoTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Vicenza. Per tre soldati americani nessun processo

Vicenza. Per tre soldati americani nessun processo

Circa dieci mesi fa tre soldati americani investivano dei pedoni e fuggivano dentro la base militare di Ederle. Per loro non ci sarà nessun processo a causa dei vincoli imposti dagli accordi unilaterali tra Usa e Italia.

Photo Credit

Pochi giorni fa il tribunale di Vicenza avrebbe dovuto portare in giudizio tre militari americani della base di Ederle, ma non è potuto accadere a causa degli accordi bilaterali che regolano le relazioni tra Italia e Usa e risalgono ormai a sessant’anni fa. I tre soldati americani che circa dieci mesi fa hanno investito alcuni pedoni che stavano attraversando la strada infatti, non solo non prestarono soccorso, ma fuggirono via cercando riparo all’interno della base di Ederle. Ora i  tre soldati Usa saranno processati, ma davanti ad un tribunale statunitense e non italiano, cioè nel paese dove hanno commesso il reato.l procuratore del tribunale di Vicenza, Antonino Cappelleri, aveva aperto un’inchiesta iscrivendo sul registro degli indagati i cittadini americani Dax Xavier Board, 33 anni, Kyle Michael Rascon, 25, e Jahgary Indiana Ruiz, 24, tutti domiciliati nella base militare di Ederle in via della Pace. Ovviamente i tre investitori non saranno processati al tribunale di Vicenza, così come non lo sono stati i piloti responsabili della strage del Cermis. Un ennesimo esempio di impunità e un nuovo affronto a Vicenza che adesso ospiterà anche la nuova base del Dal Molin. Ma questo atteggiamento da parte dei soldati americani non è certo nuovo, in Giappone sono oltre sessant’anni che i soldati americani sono accusati di farla sempre franca e di sfuggire alla giustizia nipponica. Il motivo è sempre lo stesso, essendo soldati americani verranno giudicati da tribunali americani, ma questo non fa che alimentare la sensazione dell’impunità visto e considerato che spesso e volentieri questi tribunali finiscono per assolvere i loro connazionali.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top