Vola il business delle agromafieTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Vola il business delle agromafie

Presentato il terzo rapporto Coldiretti-Eurispes sui crimini agroalimentari in Italia, “Agromafie”. La ricerca svela un giro di soldi vertiginoso: 15, 4 miliardi di euro.

Fonte: Oltremedianews

Nonostante la crisi economica, gli affari delle agromafie sono aumentati del 10% nell’ultimo anno, soprattutto grazie alla contraffazione del Made in ItalyRoberto Moncalvo, presidente della Coldiretti, parla dell’acuirsi del fenomeno dell’italian sounding. Ovvero l’utilizzo di immagini e nomi che evocano lo stivale, si vendono prodotti falsi.

Secondo il presidente di Eurispes, Gian Maria Fara, anche l‘Expo 2015 è in pericolo di infiltrazioni criminali. In un’occasione nella quale dovrebbero essere valorizzati i prodotti Made in Italy, si potrebbe non riuscire ad evitare la contraffazione. Inchieste di questo tipo hanno dimostrato che: limoni sudamericani commercializzati come limoni della penisola sorrentina; agrumi nordafricani trasformati in agrumi siciliani e calabresi; mozzarella venduta come made in Italy e prodotta con cagliate del Nord Europa.

Nel rapporto si parla di due fenomeni criminali in crescita, ovvero il money loundering e il money dirtying. Quest’ultimo consiste nell’investimento di capitali puliti nell’economia sporca, ovvero l’inverso del riciclaggio. Situazioni congiunturali, come i fattori climatici che non hanno fatto raccogliere abbastanza lo scorso anno e di crisi economica, ma anche dalla volontà di alcuni soggetti “puliti” che decidono di investire il loro denaro in settori redditizi come l’illecito del settore agroalimentare.   A spiegare il rapporto, presenti anche i ministri Martina (agricoltura) e Orlando (giustizia) che hanno parlato di 5000 ristoranti corrotti e nelle mani della criminalità. Ma i ministri parlano anche di una “speranza”; attraverso un maggiore controllo delle vendite al dettaglio e on line i prodotti italiani potranno riaquistare la loro importanza a livello internazionale.

Veronica Di Benedetto Montaccini

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top