Wikileaks. Piani degli Stati Uniti per rovesciare Chàvez | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Wikileaks. Piani degli Stati Uniti per rovesciare Chàvez

Secondo alcuni documenti pubblicati da Wikileaks, gli Stati Uniti avrebbero cercato diverse volte di rovesciare il presidente venezuelano Hugo Chàvez.

chavez1229

Wikileaks ha deciso di pubblicare una lunga serie di documenti segreti su internet tra i quali svettano alcune cartelle dedicate al Venezuela. Tali documenti mostrerebbero in modo inequivocabile che gli Stati Uniti avrebbero cercato in diversi modi di rovesciare il presidente venezuelano Hugo Chàvez. Gli archivi pubblicati hanno evidenziato che almeno due compagnie straniere avrebbero diretto azioni dell’opposizione venezuelana a partire dal 2006, e avrebbero partecipato alla campagna per le elezioni parlamentari del 2010. Tali documenti sono datati dal giugno 2004 fino al dicembre 2011, e sono stati pubblicati da Wikileaks sull’account Twitter, e sono attualmente ancora consultabili.  Si tratterebbe di dati elettronici riguardanti le imprese Stratfor e Canvas che, secondo quanto riportato, avrebbero avuto l’aspirazione di rovesciare Chavez utilizzando anche figure di studenti e altri personaggi della società civile. In particolare ci sarebbe una cartella della Canvas pubblicata nel 2010 intitolata “Analisi della situazione in Venezuela” e che propone una strategia presa dal movimento giovanile pro-democratico Otpor, che è stata pubblicata con successo in passato in Serbia. Con l’appoggio della Cia, allora si era utilizzata la protesta studentesca per creare una sorta di rivoluzione colorata con la quale far cadere Slobodan Milosevic nel 2000. A sua volta la Stratfor, che è stata in passato segnalata come un tipo di versione privata della Cia, ha presentato un’altra analisi dedicata alle corporazioni di multinazionali che hanno cercato di cambiare gli equilibri in Venezuela. I dati elettronici pubblicati mostrerebbero che gli obiettivi del gruppo sarebbero ancora lontani di essere indipendenti, e che starebbero lavorando come una agenzia di intelligenza per cercare di favorire un’intervento nel Paese. Sempre nella lista dei dati pubblicati si incontrano tutta una serie di temi che si concentrano nel settore energetico, petrolchimico e del petrolio in particolare, ma anche sulla politica, e quindi sulla situazione delle forze controrivoluzionarie, dello Stato e delle truppe dell’esercito. Hanno meritato analisi a parte anche le relazioni del Venezuela con Russia, Iran e Cina, con proiezioni sul futuro del settore finanziario e dell’economia. In sostanza però dai nuovi file pubblicati da Wikileaks si evince in sostanza una crescente impotenza e disperazione dei funzionari degli Stati Uniti per l’avanzamento inesorabile delle alleanze del presidente venezuelano Chàvez nel continente sudamericano.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top