XXI secolo. Crisi economica e avanzata del fanatismo. Torna il medioevo? | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

XXI secolo. Crisi economica e avanzata del fanatismo. Torna il medioevo?

In questo XXI secolo l’avvento della crisi economica ha aumentato i sentimenti di insicurezza in tutto il mondo. Così aumentano i fanatismi religiosi e le persone che decidono di affidarsi alla religione per trovare una bussola nell’incertezza che ormai avvolge con la sua cappa il futuro del pianeta. Il rischio è che le luci del progresso si spengano per sempre..

ARMATA MEDIEVALE

Le luci si stanno spegnendo sull’Europa, e probabilmente difficilmente si accenderanno di nuovo prima di qualche decennio. Ovviamente chi vi si scrive spera il contrario, ma credo sia utile non alimentare false illusioni nei lettori. Ci troviamo in questo baratro economico e valoriale non per caso, questa crisi secondo chi vi scrive è stato lo sbocco inevitabile di una società governata dai valori neoliberisti e dal trionfo del capitalismo contro tutto e tutti. Il socialismo reale è stato sconfitto, e con esso anche i sentimenti di solidarietà, di spesa pubblica, di stato sociale. Così, di fronte alle macerie di un mondo che và in frantumi, osserviamo in questo scorcio di XXI secolo un lento ma progressivo ritorno al medioevo, una fuga indietro della storia che nel giro di pochi anni ha triturato diritti e conquiste ottenute con immane sforzo nel XX secolo dalle masse popolari, guidate allora da ideali derivati dal marxismo e veicolati da grandi partiti che del marxismo facevano la propria “guida spirituale laica” per orientarsi nel mondo. Uccisa una religione laica, quella comunista e marxista, è rimasta un’altra religione laica, quella del profitto, i cui disastri sono oggi sotto gli occhi di tutti. Per questo l’unico conforto e l’unica alternativa per le masse torna a essere quella della religione, e quindi del regresso della storia, del ritorno al passato, della fuga di fronte alla realtà. Un pò come quando l’Impero romano crollava vittima della sua stessa crisi interna e i suoi abitanti si rifiutavano di combattere contro i barbari, preferendo ritirarsi nell’intimità della propria fede. Quando il mondo va in frantumi, purtroppo, la maggior parte delle persone non si rimbocca le maniche per salvare il salvabile o per provare una “fuga in avanti”; la maggior parte delle persone cerca invece il facile conforto della religione, il facile abbraccio delle tradizioni,un abbraccio facile quanto inutile. Così nel XXI secolo il mondo si avvia a sprofondare nel medioevo, con le religioni che al posto di evolversi tornano indietro, richiamando un passato fosco di oscurità che rischia lentamente di avviluppare tutto il pianeta. Dal Papa che lancia anatemi contro gli omosessuali fino ai Fratelli Musulmani e agli islamici che cercando di imporre la Sharia, ovvero la legge islamica, anche a coloro che invece si ritengono laici. Per questo, prima che sia troppo tardi, occorre ricordare a tutti coloro che vogliono continuare a vivere liberi, lontani dall’oscurantismo teocratico, che bisogna unire le forze. Socialismo o barbarie, insomma.

Il Tribuno

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top