Yemen. Bombe su un funerale: più di 200 i morti. Sanaa accusa i sauditiTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Yemen. Bombe su un funerale: più di 200 i morti. Sanaa accusa i sauditi

Nelle scorse ore un attacco aereo saudita durante un funerale in quel di Sanaa in Yemen ha provocato qualcosa come 213 morti e 527 feriti. Un vero e proprio crimine contro l’umanità che però non commuove le Nazioni Unite, concentrate unicamente nel denunciare paesi considerati “nemici” degli Usa come Russia e Siria. 

Bombe sul funerale del padre di Jalal al-Roweishan, ministro degli Interni dello Yemen. Bombe di cui Sanaa ha subito accusato la coalizione a guida saudita che ormai da mesi bombarda lo Yemen, ma Ryadh ha negato. Sia la Croce Rossa che Hezbollah e l’Iran hanno tutte condannato questo atto terribile e il governo yemenita ha segnalato come nel corso dell’attacco sia morto anche il sindaco di Sanaa. Come detto i sauditi negano, ma chi altri avrebbe avuto interesse a bombardare il funerale di uno degli esponenti di spicco degli Houthi, gli sciiti yemeniti che nel febbraio 2015 sono insorti per deporre il presidente Mansour Hadi?  Del resto non è la prima volta che la coalizione saudita semina morte in Yemen, già nei mesi scorsi erano stati colpiti più volte gli ospedali di Medici Senza Frontiere e il 13 agosto era stata distrutta una scuola religiosa a Sa’ada. Secondo dati dell’Unicef inoltre in Yemen in meno di due anni di guerra ci sarebbero stati già qualcosa come 10.000 minori uccisi, il tutto però nel totale silenzio mediatico che evidentemente ritiene lo Yemen una terra secondaria rispetto alla Siria. Intanto nessun paese dell’Occidente sembra minimamente intenzionato e interrompere la propria alleanza commerciale e militare con l’Arabia Saudita, paese che dimostra ancora un volta di farsi beffe delle norme internazionali, come del resto qualsiasi paese che sia alleato degli Stati Uniti.

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top