Premio APE cassa edile e liquidazione

Premio APE cassa edile

A maggio liquidazione del premio Ape per i lavoratori edili.

Cos’è il premio APE?

Il premio APE (Anzianità Professionale Edile) rappresenta una somma di denaro liquidata dalla Cassa edile ai lavoratori che hanno maturato un determinato numero di ore di lavoro nel settore edile. Esso è un accantonamento per ferie e gratifiche, versato, obbligatoriamente e mensilmente, dalle imprese alla Cassa Edile. Questo versamento fa sorgere per il lavoratore il diritto alla liquidazione una volta raggiunte, in periodo temporale di due anni, le 2100 ore lavorative.
Gli importi accantonati mensilmente dal datore di lavoro e versati all’ente, sono riportati in busta paga al fine del calcolo delle imposte e non sono una detrazione, ma vanno ad aggiungersi al salario mensile, in quanto vengono determinate su ogni ora di lavoro normale prestata dal lavoratore.

Quando viene liquidato il premio APE?

Il premio APE va liquidato entro la prima settimana di maggio. Per questo 2018 la scadenza sarà il 4 maggio.

Come si calcola il premio APE

Il premio APE viene corrisposto nella prima settimana del mese di maggio agli operai che possono vantare, nel biennio che va dall’ottobre di un dato anno al settembre di due anni dopo, almeno 2.100 ore registrate dall’ente. Nelle 2100 ore lavorative vengono computate le ore:

  • Di lavoro ordinarie;
  • Di malattia;
  • Di infortuni;
  • 88 ore per mese di servizio militare;
  • 104 ore per congedo matrimoniale.

Nel calcolo del premio si tiene conto anche delle ore registrate presso Casse edili di varie provincie se il lavoratore ha prestato la sua attività per imprese edili operanti in diverse città.
Nello specifico, l’importo del premio viene valutato moltiplicando il numero di ore per le tariffe orarie indicate in una tabella e stabilite dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di categoria. Quest’ultima prevede, ogni due anni, degli scatti in base all’anzianità di servizio e alla qualifica, in questo modo anche il valore della liquidazione aumenta con il trascorrere del tempo.

Liquidazione premio Ape anticipata

Il premio può essere liquidato al lavoratore o ai suoi eredi, in modo anticipato, in caso di:

  • Morte;
  • Cambio di categoria lavorativa, nel caso la persona viene assunta alle dipendenze di un’impresa che non rientra nel settore edile;
  • Trasferimento all’estero;
  • Cessazione dell’attività lavorativa per invalidità o vecchiaia.

In tutte queste circostanze deve essere il lavoratore a fare un’apposita richiesta all’ente.

Come riscuotere il premio Ape

Il premio APE viene liquidato con un accredito sul conto corrente bancario o postale del lavoratore. A tal fine è importante che quest’ultimo comunichi i dati anagrafici e le coordinate bancarie in modo corretto alla Cassa Edile e le eventuali variazioni, per essere sicuro di ricevere le somme dovute.

Le altre liquidazioni ai lavoratori

I lavoratori edili hanno diritto non sono al premio APE come appena descritto, ma anche ad altri premi.

I più importanti sono i seguenti:

  • Salario ferie;
  • Gratifica natalizia.

Anche in questo caso i premi corrispondono a somme che vengono depositate sul conto corrente dei lavoratori entro date prestabilite. In particolare:

  • La liquidazione dell’accantonamento ferie, deve avvenir entro il 6 luglio;
  • La liquidazione dell’accantonamento gratifica natalizia, deve avvenire entro il 7 dicembre.

Articoli correlati