Ucraina. Il grande dramma del DonbassTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ucraina. Il grande dramma del Donbass

Ucraina. Il grande dramma del Donbass

Una situazione sempre più drammatica quella nel Donbass dove la popolazione civile sta vivendo una vera e propria catastrofe umanitaria. L’Occidente continua a parlare di destabilizzazione e guerra ma sembra quasi mettere in secondo piano le immani sofferenze provate dai civili. 

Si fa un gran parlare di governi, eserciti, violazioni ed escalation militari ma in pochi sembrano affrontare la questione del Donbass da un punto di vista umanitario. Kiev infatti in diversi mesi di campagna militare volta a riconquistare la regione orientale ha sistematicamente distrutto varie infrastrutture arrivando anche a sospendere l’erogazione dei servizi primari, abbandonando sostanzialmente centinaia di migliaia di civili alla propria sorte. A pagare in prima persona questa situazione, chiaramente, sono le persone più deboli come i bambini e gli anziani e spesso e volentieri la loro sopravvivenza dipende dagli aiuti umanitari che riescono a raggiungere questa martoriata regione. Dalla Russia arrivano molti aiuti e ci sono associazioni umanitarie che cercando di fare su e giù nel Donbass per portare medicine e beni di prima necessità alla popolazione in difficoltà, ma l’Occidente al posto che occuparsi della questione preferisce accusare Mosca di utilizzare i convogli umanitari per destabilizzare ulteriormente l’Ucraina. Una delle attività più difficili sembra essere quella di evacuare i civili dalla linea del fronte e trovare loro un tetto, a migliaia sono sconfinati in Russia cercando di raggiungere parenti che vivono in territorio russo; ma c’è anche chi non ha alcun parente in Russia e quindi va portato in punti di alloggio temporaneo. In questo senso migliaia di persone hanno potuto trovare un accomodamento in alberghi e altre strutture al confine con la Russia. In questo senso nessuno in Occidente ha chiesto spiegazioni a Kiev sulle continue violazioni e violenze perpetrate ai danni della popolazione civile del Donbass che, lasciata anche senza pensione e riscaldamento, ha dovuto affrontare un inverno durissimo e letteralmente sotto assedio e bombardamenti. Al contrario l’Occidente ha addossato ogni responsabilità interamente alla parte russa ignorando quindi che molti dei battaglioni punitivi neofascisti collegati al governo di Kiev hanno commesso deliberatamente violenze ai danni della popolazione civile sin dall’inizio delle ostilità e che gli unici aiuti umanitari visti dai civili nel Donbass sono arrivati solo e unicamente tramite i convogli provenienti dal confine russo.

Photo Credit http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/20/Lysychansk_16.jpg

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top